Percorso:ANSA.it > Associate > News

Sculli, il ragazzo di Calabria

Cresciuto alla Juve, nel 2006 al Genoa: 8 mesi stop per combine

28 maggio, 09:35
Giuseppe Sculli
Giuseppe Sculli
Sculli, il ragazzo di Calabria

Cresciuto nella Juventus, natali calabresi e un passato ''scomodo'' legato al nonno, Giuseppe Morabito, di Africo (Reggio Calabria) detto Tiradritto, finito in tante inchieste sui clan della 'ndrangheta, Giuseppe Sculli, 31 anni, attaccante del Genoa, lui che durante la follia degli ultra' rossoblu' ha affrontato a tu per tu i 'tifosi', entra nella vicenda calcioscommesse tirato in ballo da Hristiyan Ilievski, figura di spicco degli 'zingari' che ha parlato del presunto coinvolgimento dell'attaccante in Lazio-Genoa del del 14 maggio del 2011. Tutto carattere e determinazione, in campo come nella vita, uomo spogliatoio per eccellenza, Sculli e' nato a Bruzzano nella Locride. Nipote prediletto di Tiradritto, quell'uomo ingombrante lo ha sempre difeso in modo netto anche quando disse: ''Vergognarmi? Io vado a testa alta, per me mio nonno non ha fatto nulla di male''. Si dice che durante la latitanza di Tiradritto, gli investigatori girassero gli stadi mezza Italia con la speranza di trovarlo a veder giocare il nipote, tanto era l'affetto per quel ragazzo. Sculli come non ha avuto esitazioni a difendere il nonno, cosi' non ne ha avute nella domenica di follia degli ultras di Genova. Si e' mosso deciso verso i tifosi per spiegare loro come stavano le cose. In nome della dignita' personale, di quella dei suoi compagni di squadra, o soltanto in virtu' di un sano istinto di ribellione, lui la maglia non se la toglieva. E non se l'e' tolta. Cresciuto nella Juventus, ha giocato col Crotone dal 2000 al 2002. Poi e' stata A, con Modena, Chievo, Brescia e Messina, e soprattutto Nazionale Under 21, con cui ha conquistato un Bronzo alle Olimpiadi di Atene e il Campionato europeo del 2004. Il Genoa lo ha preso nel 2006, ma, poche settimane dopo ha avuto otto mesi di squalifica con l'accusa di aver truccato assieme ad alcuni compagni del Crotone una gara con il Messina. Al Genoa, con Gian Piero Gasperini che lo conosceva dai tempi della Juventus, Sculli ha giocato alcune delle stagioni migliori. Dava carattere e temperamento a una squadra giovane e nuova che si affacciava nel massimo campionato. Non ha mai avuto paura degli avversari, del Milan, dell'Inter e della Juventus. E neanche di amicizie o parentele 'scomode'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni