Percorso:ANSA.it > Associate > News

Cala mercato immobiliare, minimi da 2004

Confedilizia a governo, cinque proposte per crescita

29 settembre, 18:54

ROMA  - Dopo i costruttori, i proprietari di immobili. Il giorno dopo le contestazioni degli imprenditori all'assemblea dell'Ance, il presidente di Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, presenta al governo l'agenda del settore immobiliare per lo sviluppo. Cinque interventi che intervengono su un mercato paralizzato dalla crisi. Nel secondo trimestre, secondo l'Osservatorio dell'Agenzia del territorio, le vendite sono in calo (-5,6%) per la quarta volta consecutiva fino a toccare il minimo dal 2004 (per il periodo aprile-giugno) con 349.870 unità scambiate.

Per invertire questa tendenza, Sforza propone di liberalizzare la durata dei contratti di affitto, sopprimere i consorzi di bonifica, riqualificare gli edifici esistenti, sostituire l'Ici con un'imposta una tantum e delegare ai cittadini servizi come la manutenzione delle strade in cambio di un'alleggerimento della pressione fiscale. Una terapia d'urto per un settore che ha perso, dal picco del secondo trimestre 2006, il 30% circa. "I segnali di ottimismo dei primi due trimestri del 2010 si sono rivelati un'illusione", osserva la direttrice dell'Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno. Per il settore residenziale la crisi è particolarmente marcata: le transazioni diminuiscono del 6,6% nel trimestre (a 160.073). La flessione raggiunge il 9,6% al Sud, mentre è più contenuta al Centro (-7,8%) e al Nord (-4,4%).

Tra le grandi città è fuga da Palermo (-8,5%), Napoli (-7,5%) e Roma (-7,3%). Eppure i prezzi tengono, e nel primo semestre crescono dello 0,5% fino a una media di 1.588 euro al metro quadrato. Gli aumenti riguardano sia i capoluoghi (+0,5% a 2.299 euro al metro quadrato) sia la provincia (+0,4% a 1.322 euro). Roma, Firenze e Bologna sono le città più care, Palermo è la più accessibile. Complessivamente, dal primo semestre 2004, i prezzi nominali lievitano del 29,9%. Un risultato che viene molto ridimensionato se si considera l'effetto dell'inflazione, in questo caso il dato semestrale è leggermente negativo (-1,1%) per il settimo periodo consecutivo. I dati dell'Agenzia del Territorio confermano il mattone come primo bene rifugio delle famiglie italiane. Il 73,6% vive in case di proprietà e il 16,1% vi paga un mutuo. Sulle difficoltà del mercato pesa anche l'aumento del tasso di interesse medio del 27% dal 2010 fino al 3,22% del 30 giugno scorso.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni