Percorso:ANSA.it > Associate > News

Seals, fuoco su pachistani se necessario

11 maggio, 09:18
Obama
Obama
Seals, fuoco su pachistani se necessario

di Luciano Clerico
Il commando dei Navy Seals inviato ad Abbotabad era autorizzato ad aprirsi "comunque" un varco di rientro, anche nel caso in cui avesse dovuto sostenere uno confronto con forze pachistane. Lo rivela oggi il New York Times, che, citando fonti dell' amministrazione, fornisce nuovi dettagli sull'operazione Bin Laden. Tra gli altri anche questo: per mettere a punto la missione, gli Stati Uniti hanno messo sotto osservazione le forze di sicurezza pachistane, per valutare i loro tempi di reazione. E hanno calcolato i tempi del raid (40 minuti sul terreno) anche in base ai dati raccolti. Mentre a Dubai il sito arabo Shoumoukh al Islam - che generalmente 'imposta' messaggi di Al Qaida - accusa gli Stati Uniti di aver fatto vedere al mondo un video falso (il 'vecchio' Bin laden in realtà non sarebbe lui, lo si capirebbe dagli occhi e dalle orecchie), a Washington continuano ad emergere particolari nuovi sul raid. Per pianificare la missione, gli Usa hanno monitorato a lungo le forze di sicurezza pachistane che operano nella zona di Abbottabad, per valutare nel modo più verosimile possibile i loro tempi di reazione.

L'ammiraglio William McRaven, comandante delle Forze Speciali Usa, ha poi pianificato un commando "leggero" (20-25 uomini e due elicotteri Blackhawk) e lo ha consegnato al presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, dieci giorni prima del raid. Obama, dopo averlo esaminato, ha però chiesto che il commando venisse rafforzato con una "forza di back up" (altri 50-60 uomini e due elicotteri Chynook) in grado di intervenire in caso di imprevisti (come avvenuto, visto uno dei due Chynook è entrato in azione in seguito all'incidente ad uno dei due Blackhawk). Se fosse stato necessario, il commando era autorizzato ad aprirsi un varco con la forza, anche in caso di intervento delle forze pachistane, pur di crearsi le condizioni di fare rientro.

Fonti dell'amministrazione americana hanno riferito al New York Times che per l'operazione altre due squadre erano in standby: una per seppellire Bin Laden nel caso in cui fosse stato ucciso (come avvenuto); una per interrogarlo immediatamente nel caso fosse stato catturato. La decisione di Obama di aumentare la forza del commando mandato in Pakistan dimostra secondo il New York Times che Obama, pur di catturare Bin Laden, aveva valutato il rischio che il commando fosse costretto ad uno scontro militare con il Pakistan, uno dei più stretti alleati degli Usa nella lotta al terrorismo. E dunque era pronto ad aumentare ulteriormente la tensione nei già tesi rapporti con Islamabad. Ma - come detto dallo stesso Obama nell'intervista diffusa domenica scorsa dalla Cbs - la priorità della missione era che i Navy Seals rientrassero sani e salvi. Se poi avevano con sé anche Bin Laden, tanto meglio. "Le istruzioni ricevute erano quelle di evitare se possibile ogni scontro - ha confermato al New York Times una fonte dell'amministrazione -. Ma se avessero dovuto rispondere al fuoco pur di venire via, erano autorizati a farlo". Anche alla luce di questi dettagli, si sono irrigiditi i rapporti tra Usa e Pakistan. Ma nelle ultime ore - secondo quanto riferito dal britannico Guardian - è emersa l'esistenza di accordo segreto Usa-Pakistan. Risale a 10 anni fa, lo firmarono i presidenti Bush e Musharraf. In base all'intesa, le forze Usa erano autorizzate a raid unilaterali in Pakistan finalizzati alla ricerca di Bin Laden, già sapendo che il Pakistan avrebbe protestato a gran voce.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni