Percorso:ANSA.it > Altri Sport > News

Slalom, Razzoli oro a Vancouver

Primo oro italiano dall'erede di Tomba

28 febbraio, 22:06
Lo sciatore italiano Giuliano Razzoli esulta
Lo sciatore italiano Giuliano Razzoli esulta
Slalom, Razzoli oro a Vancouver

VANCOUVER (CANADA) - Un sospiro di sollievo e un grido di liberazione. Dopo 15 giorni di delusioni e morale sotto i piedi, ci voleva il sorriso di un emiliano doc per far tornare l'allegria all'Italia. Il trionfo di Giuliano Razzoli nello slalom, che riabilita lo sci alpino alle Olimpiadi di Vancouver dopo lo zero in pagella di quattro anni fa a Torino, ha reso dolce la notte azzurra, regalando quell oro su cui nessuno ormai sperava più.

Una vittoria arrivata nel finale, quando a Vancouver sta per calare il sipario sulla XXI edizione dei Giochi invernali. Ma l'Italia è abituata agli exploit dell'ultima ora: era già successo ad Atene, nel 2004, quando Andrea Baldini trionfò nella maratona. E dopo la cerimonia del podio alla Medal Plaza, con l'inno di Mameli risuonato per la prima volta a Whistler, a Vancouver, nel quartier generale azzurro è stata festa grande per il campione tutto tortelli e sci. Sceso dai monti canadesi, che d'ora in poi avrà nel cuore come il suo scorcio di Appennino, Razzoli ha fatto celebrare nel quartier generale azzurro, insieme al made in Italy gastronomico, un titolo vero.

All'atleta, scelto come portabandiera dell'Italia per la cerimonia di chiusura, va l'assegno più pesante della spedizione (140mila euro), ed è anche il primo ad entrare nel nuovo club olimpico: a lui, oltre al premio, verranno dati 30mila euro per i prossimi 4 anni. Intanto il Coni ha tracciato il bilancio, risollevato in parte dal titolo nello sci alpino: resta comunque "deludente e in chiaroscuro" per un voto complessivo che non arriva alla sufficienza. Per il futuro annunciate delle novità, con il comitato olimpico a fare da supervisore su atleti, che dovranno mettere le Olimpiadi in testa alle loro aspirazioni, e sui tecnici, scelti con la partecipazione del Coni stesso.

Il Canada invece ha sferrato l'affondo finale: in attesa del match di hockey con gli Usa, una pioggia d'oro ha permesso ai padroni di casa di mettere in atto il sorpasso agognato nel medagliere. Con l'oro del re dello snowboard, Jasey Jay Anderson, e quello del curling, i canadesi sono schizzati in testa con 13 titoli per 25 medaglie complessive. Meglio della Germania, che segue con 29 podi, ma 10 ori, e Stati Uniti, 36 medaglie, ma solo nove del metallo più pregiato. L'Italia risale qualche posizione, e intanto oggi torna in pista per l'ultimo atto olimpico: la maratona del fondo, con i 50 km uomini. A Torino regalarono l'acuto e la cartolina dei Giochi, con l'oro di Giorgio Di Centa. L'olimpionico, portabandiera a Vancouver ci riprova, ma stavolta il cammino è in salita.

RAZZOLI L'EREDE DI TOMBA, E L'ITALIA SORRIDE
"Niente paura, Giuliano" ha scritto il cantante Ligabue su un mega poster per il suo conterraneo e fan Giuliano Razzoli. E' un poster consegnato al campione padano-appenninico una settimana prima della partenza per Vancouver, durante un grande festa paesana che a Felina, il principale centro del Comune di Villa Minozzo, era stata organizzata in onore di Giuliano Razzoli. Una festa anche culinaria, come si usa da queste parti, con i cappelletti in brodo come piatto forte, la specialità della signora Tiziana, la mamma di Razzoli. E Giuliano non ha avuto paura in questo slalom olimpico. Pettorale 13 - sì, porta davvero fortuna - Razzoli ("attenzione: razzo in pista", dice un grande cartello che gli allegrissimi tifosi di Razzoli, sono arrivati in 25 anche a Vancouver, espongono durante le sue gare) si è lanciato lungo la Dave Murray con la sua sciata composta. Tiene infatti il busto fermo ed ha solo precisi movimenti della braccia per abbattere i pali delle porte.

Il grosso del lavoro lo fanno le gambe che si muovono come potenti stantuffi Giuliano Razzoli è nato il 18 dicembre del 1984 ed ha il compleanno un giorno prima di Alberto Tomba: quasi un destino. "Mi ricordo perfettamente che ad 8 anni vidi in tv Tomba vincere il gigante olimpico di Albertville. Mi emozionai tantissimò'", racconta Razzoli. Ma paragonarsi e a Tomba proprio non osa: "irragiungibile". Eppure le somiglianze sono tante. La prima è proprio il fatto di essere emiliani ed appenninici in un sport che si chiama alpino. Razzoli - che durante l'età del suo sviluppo fisico ha dovuto tribolare per risolvere problemi e alla vista ed alla schiena - ha imparato a sciare sulle piste del suo Appennino, a passo Cerreto e sugli impianti di Febbio. In nazionale è arrivato nel 2003 ed è stata una progressione lenta ma continua.

L'anno scorso il primo podio in speciale - la sua disciplina - terzo a Zagabria e poi terzo anche a Kranyska Gora. Quest'anno, un mese e mezzo fa, la sua prima vittoria, sempre a Zagabria, seguita dal terzo posto di Kitzbuehel. Alla vigilia di Zagabria, suo padre Antonio ( che in paese tutti chiamano però Giuliano, come il figlio) giurò che se il figlio avesse vinto in coppa avrebbe chiuso la sua officina meccanica, smettendo di lavorare. Poi partì per Zagabria a seguire il figlio insieme ai soliti tifosi ( sempre allegrissimi ed abbondamente riforniti di cappelletti, che altro non sono che i tortellini in versione emiliana). Tornato a casa, il signor Razzoli si è ritrovato il cancello dell'officina sbarrato con catene chiuse a saldatura: gli amici non avevano dimenticato la scommessa. Chissà cosa succederà ora al cancello di quell' officina.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni