Percorso:ANSA.it > Regioni > Piemonte > News

Omicidio-suicidio nel carcere di Torino

Dietro la tragedia ci sarebbe un litigio per futili motivi, forse provocato da divergenze sulle licenze di Natale

17 dicembre, 20:06
Agente penitenziario uccide ispettore e si spara a Torino
Agente penitenziario uccide ispettore e si spara a Torino
Omicidio-suicidio nel carcere di Torino

TORINO - Un poliziotto - Giuseppe Capitani, 47 anni - ha ucciso un ispettore - Giampaolo Melis, 52 anni - nel carcere Lo Russo Cutugno di Torino poi ha rivolto l'arma contro se stesso ferendosi gravemente.  Trasportato d'urgenza  all'ospedale Maria Vittoria, l'agente è morto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso.

Dietro la tragedia ci sarebbe un litigio per futili motivi, forse provocato da divergenze sulle licenze di Natale. Il diverbio è avvenuto nello spaccio interno della casa circondariale, verso le 8. "Che cosa mi state combinando tu e il comandante?" avrebbe detto Capitano prima di estrarre la pistola di ordinanza e sparare all'ispettore Melis. Due i colpi esplosi contro il 'rivale', uno l'avrebbe colpito all'addome, l'altro, mortale, alla testa. Subito dopo, l'agente ha rivolto l'arma contro se stesso e si è sparato alla testa. Le sue condizioni sono apparse sin dal primo momento disperate.

"E' una notizia - riferisce Donato Capece, segretario generale Sappe - agghiacciante.  E' una tragedia - aggiunge Capece - che colpisce tutta la Polizia Penitenziaria di Torino che, tra l'altro, è quotidianamente provata da difficili, pericolose e stressanti condizioni di lavoro".

"Sono mesi e mesi che - afferma, in una nota, Leo Beneduci, Segretario Generale dell'Osapp, l'Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria - denunciamo le violenze, le precarie condizioni igieniche e le gravi tensioni tra il personale nella Casa Circondariale 'Lorusso Cutugno' di Torino, ma tutto è stato inutile fino alle morti odierne. Adesso diranno che certe cose accadono per fatti personali, ma non è così, perché la principale responsabilità del disastro penitenziario - sostiene - è di un'Amministrazione del tutto inutile, gestita da un vertice altrettanto inutile che fa capo a un Ministro utile solo a se stessa, e che, mentre i Poliziotti Penitenziari stavano protestando ieri a Milano, si è rifiutata di incontrarli sostenendo che i 'suoi' Sindacati li incontra a Roma". "E' più che sintomatico - aggiunge Beneduci - che nella stessa giornata della sparatoria al carcere di Torino, nonostante gli avvisi contrari dei vertici del Ministero dell'Interno, il governo si appresti ad approvare una misura che, di fatto, rende obbligatorio l'uso dei dispendiosi, insicuri e quanto mai gravosi per il personale, braccialetti elettronici, ma - conclude Beneduci - per il carcere in Italia è stato sempre così: chiacchiere, carriere e tanti soldi che vanno nelle tasche di altri e non in favore di chi in carcere vive e lavora".

"Non ho ancora elementi, credo sia presto per sapere cosa è accaduto". Così la ministra per la Giustizia Anna Maria Cancellieri ha risposto oggi a Firenze ai cronisti che le chiedevano dell'omicidio-suicidio al carcere delle Vallette di Torino.

La Procura di Torino ha aperto un'inchiesta sull'omicidio-suicidio. L'inchiesta è coordinata dal pm Cesare Parodi ed è condotta dai carabinieri. Aperta anche un'inchiesta interna al carcere. I militari dell'Arma hanno già effettuato i rilievi sulla scena del crimine, il bar dello spaccio interno alla casa circondariale, e ascoltato i numerosi testimoni che hanno assistito alla tragedia. Oltre ai futili motivi per le licenze di Natale, tra le ipotesi che hanno spinto Giuseppe Capitano, agente di 47 anni, a sparare e uccidere l'ispettore Giampaolo Melis, 52 anni, e poi a suicidarsi, ci sarebbe anche il timore di un provvedimento disciplinare.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni