Mai una donna al Colle, tabu' dura da 67 anni

Solo Buscemi e Jotti candidate ufficiali, Bonino eterna outsider

12 aprile, 15:57

di Margherita Nanetti

ROMA - E' una consuetudine non scritta ma dura a morire che si protrae dagli albori della Repubblica, fin dal lontano 1946, quando l'Assemblea Costituente elesse il primo Capo provvisorio dello Stato: niente donne al Quirinale. Ad oggi, sono stati tutti e solo uomini gli undici presidenti che si sono avvicendati sul colle più alto di Roma. L'unica ad esserci andata vicino è stata Nilde Jotti, nel '92: ma poi' fu ritirata dai suoi compagni del Pci diventato Pds, in favore di Oscar Luigi Scalfaro. Negli altri casi, per lo più, i nomi di donna sono usciti fuori dall'urna inaspettati come una boutade o un 'memento mori'. Con una eccezione: quella di Ottavia Penna, nata Buscemi, nobildonna siciliana, monarchica e antifascista. Il suo è stato il primo e unico nome 'rosa' supportato con coerenza, fino alla fine, dal partito che la aveva eletta e lanciata.

GIUGNO 1946 - Guglielmo Giannini, fondatore dell'Uomo Qualunque, manda avanti la giovane baronessa Buscemi, una delle ventuno donne della Costituente, nello scontro con Enrico De Nicola che prese l'ottanta per cento dei consensi, 396 voti su 501 votanti. Anche se era una impresa disperata, i 32 'qualunquisti' votarono compatti la loro prescelta.

GIUGNO 1978 - Al primo scrutinio la democristiana Ines Boffardi, presidente dell'Azione cattolica, antiabortista, due volte sottosegretario con Andreotti, riceve un voto. Gli sfottò maschili che si levano nell'emiciclo di Montecitorio sono rintuzzati dal presidente della Camera Pertini (sarà lui, alla fine a essere eletto). All'ultimo scrutinio, catalogate alla voce 'voti dispersi', ci sono quattro preferenze per Camilla Cederna che aveva appena pubblicato il pamphlet che segnò la fine di Giovanni Leone, e tre per Eleonora Moro, la vedova dello statista rapito e ucciso dalle Br da nemmeno due mesi.

GIUGNO 1985 - Viene eletto Francesco Cossiga al primo scrutinio: il presidente 'picconatore' si afferma subito con 752 voti. Le schede con i voti dispersi - sempre con nomi di donna - vedono salire il consenso per la Cederna, lievitato a otto preferenze. Altre tre le cumula l'integerrima Tina Anselmi, staffetta partigiana e prima donna ministro in Italia. Dal 1981 al 1986 presiede la commissione di inchiesta sulla P2. Sono undici inutili voti che acquistano significato quando si scopre il piano 'Stay behind'.

MAGGIO 1992 - Due giorni dopo la strage di Capaci, con il Paese sotto il ricatto della mafia e travolto da Tangentopoli, viene eletto Oscar Luigi Scalfaro, il presidente del 'no, non ci sto'. In campo c'era anche Nilde Jotti, la prima donna italiana ad essere eletta presidente della Camera, incarico ricoperto per quasi tredici anni. Compagna di Palmiro Togliatti, partigiana, eletta nella Costituente, la Jotti - regale con il suo filo di perle e i capelli raccolti - prende 183 voti al primo scrutinio, 245 al terzo, in testa al quarto con 256. Torna avanti con 233 voti al settimo e all'ottavo. Poi viene 'ritirata' al nono. Scalfaro passa al sedicesimo scrutinio con 672 voti.

MAGGIO 1999 - Come Cossiga, anche Carlo Azeglio Ciampi viene eletto al primo turno. L'ex dc Rosa Russo Jervolino prende sedici voti, e la radicale Emma Bonino quindici. Sono consensi spontanei, e di 'tifoserie' non organizzate. L'esponente radicale (oggi di nuovo in pista per il colle) conta però su un comitato di sostegno esterno al 'Palazzo' che ha come slogan 'l'uomo giusto al Quirinalé e che realizza la prima campagna pubblicitaria 'presidenziale'.In base ai sondaggi, se fossero stati i cittadini ad eleggere il presidente, Bonino avrebbe avuto il 50,8% dei consensi.

MAGGIO 2006 - In tre giorni e quattro scrutini, Giorgio Napolitano è presidente. Nomi di donne sulle schede vengono usati come sfottò: tre voti sono per la principessa Maria Gabriella di Savoia. E tre voti li riceve anche la moglie di Massimo D'Alema, Linda Giuva.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni