Percorso:ANSA.it > Italia 150 > News
150 anni Unità Italia Tutte le news
150° Anniversario Unità d'Italia

Italia 150: Amato, si festeggia anche nel 2012

4 luglio memoriale Garibaldi; si studia restauro Pincio

30 dicembre, 14:21

Correlati

Speciali

Associate

Giuliano Amato, presidente del Comitato delle Celebrazioni Giuliano Amato, presidente del Comitato delle Celebrazioni
Italia 150: Amato, si festeggia anche nel 2012

di Silvia Lambertucci

Italia 150, si festeggera' anche nel 2012. ''L'anno delle celebrazioni sara' un po' come il minuto di storia di Gianni Bisiach su Rai1, che dura di solito 2 minuti e mezzo'', scherza il presidente del Comitato delle Celebrazioni Giuliano Amato. Insomma si sfora. Un po' perche' di fatto le celebrazioni si sono aperte il 17 marzo 2011, spiega. Un po' perche' l'entusiasmo degli italiani e' stato tanto e ancora ''arrivano richieste per la concessione del Logo per eventi non ancora accaduti''. Ma il vero motivo e' che ''ci sono lavori importanti non conclusi'', in prima fila il Memoriale di Garibaldi a Caprera, che parte solo in questi giorni (''una vicenda italiana che nel 150esimo si e' svolta in coerenza con la tradizione'', ironizza il 'dottor Sottile').

Prevista per il 4 luglio, anniversario della nascita del grande condottiero - c'e' anche una piccola possibilita' di anticipare al 17 marzo- dovrebbe essere proprio l'inaugurazione del Memoriale di Garibaldi a Caprera il grande evento di chiusura, ''di un anno ricchissimo di attenzione degli italiani a loro stessi e alla loro storia''. L'idea e' quella di farne un evento internazionale, con ''un festival anche di 2-3 giorni''.

Nel frattempo spazio anche a nuove iniziative. Come la mostra sulle donne in corso al Vittoriano fino al 30 gennaio (Amato spiega di sperare in un prolungamento,in ballo c'e' un progetto per portare la rassegna in alcune citta' del Mezzogiorno); o come il grande evento previsto a Roma, tra Quirinale e Vittoriano, probabilmente il 17 marzo, ''nel quale si dara' atto alle scuole dello straordinario lavoro fatto''. E dopo il Gianicolo, si spera ora di restaurare anche il Pincio (''Ne abbiamo gia' parlato con il sindaco di Roma Alemanno'').

Anche l'ultima riunione del Comitato dei Garanti si terra' in primavera, ''non sappiamo in che data, ma certamente si fara' a Torino'', annuncia Amato, sara' un riconoscimento al capoluogo sabaudo, ''la citta' dove le celebrazioni hanno avuto un riscontro che gratifica l'Italia intera''. Il vero consuntivo dell'anno, ''anche qualititavo'', sottolinea, si fara' li'.

Seppure ancora parziale, comunque, il bilancio si annuncia positivo. Accanto al presidente, il sottosegretario alla presidenza del consiglio per le comunicazioni Paolo Peluffo sottolinea come le ridotte risorse a disposizione (18,5 milioni di euro che alla fine arriveranno a 30) sono state spese ''per iniziative non effimere''. ''L'incontro fra ricerca storica, scientifica e divulgazione e' stato un po' la cifra di queste celebrazioni'', dice, si e' puntato a lasciare il segno non a fare - com'e' stato in precedenza- solo un'expo. In bilancio, oltre a 19 mostre e altrettanti cataloghi (ma tra il 2009 e il 2011 il Logo dei 150 e' stato concesso a quasi 4mila iniziative) ci sono 43 libri, 86 siti diventati luogo della memoria, oltre 160 statue restaurate ,una ventina delle quali ancora da completare. Una bella fetta di risorse e' stata usata per i cinque memoriali: il Gianicolo a Roma, la Casa di Mazzini a Pisa (3mln), il Memoriale di Garibaldi a Caprera, il Museo-Castello di Cavour a Santena (To) (anche questo da ultimare, primo lotto per il 10 giugno, fine lavori a ottobre 2012). Da completare c'e' poi il restauro dell'Istituto Garibaldi di Roma (giugno 2012), quello di Palazzo Laderchi a Faenza (aprile 2012), la riqualificazione del lungomare di Marsala (luglio), quella della Cava dismessa di Caprera (luglio).

Quanto alle infrastrutture, escluso il Palazzo del Cinema di Venezia (di fatto stoppato e comunque affidato al Commissario Delegato), e' stato quasi tutto completato, spiega il coordinatore dell'Unita' tecnica di missione della Presidenza del Consiglio per i 150 anni Giancarlo Bravi: a partire dall'Auditorium di Firenze che si inaugura domani, il parco di Imperia (in fase di collaudo finale), il nuovo auditorium di Isernia (inaugurazione nel 2012, forse a marzo); il restauro del San Carlo di Napoli; il museo del Broletto a Novara; l'Aeroporto di Perugia (si inaugura il 30 dicembre, fine lavori a giugno); il museo archeologico di Reggio Calabria (lavori completati al 90%, mancano 6 milioni per allestimento); il Parco Dora a Torino.