Percorso:ANSA.it > Photostory Sport > News

Serena Williams conquista Wimbledon

In finale sconfitta A. Radwanska

08 luglio, 11:44
Serena Williams Serena Williams
Serena Williams conquista Wimbledon

di Lorenzo Amuso

LONDRA - Cinque volte Serena, eguagliato il record della sorella Venus: prosegue il dominio Williams sui prati di Wimbledon, decimo trionfo della famiglia americana grazie al successo della più giovane delle sorelle contro la polacca Agnieszka Radwanska. Un successo più sofferto del previsto, in tre set dopo più di due ore di gioco, nonostante le previsioni sbilanciate dei bookmakers, all'unanimità per Venus, e le condizioni fisiche approssimative di Agnieszka, alle prese con tosse e raffreddore. Il primo set sembra confermare i pronostici più scontati: Serena in poco più di mezz'ora archivia la pratica. La Radwanska accusa anche la tensione dell'esordio in una finale dello Slam, ma dopo l'interruzione per pioggia (provvidenziale perché le consente di chiarirsi le idee) trova il coraggio per reagire al break di svantaggio e - complice una disastrosa Serena nel 12/esimo game - trascina la finale al terzo set.

Serena accusa il colpo ma non si smarrisce e nel quinto game della terza frazione accelera strappando il servizio alla polacca. Il match finisce qui perché due game più tardi la Radwanska smarrisce nuovamente la battuta e alla prima occasione Serena mette la firma sul 14/esimo Slam della sua carriera, il quinto trionfo all'All England Club, con il punteggio di 6/1 5/7 6/2. Uno score che solo parzialmente dimostra la superiorità - a tratti schiacciante - della Williams, dall'alto dei suoi 17 ace, dell'82% di punti sulla prima di servizio (44% per la Radwanska), i 58 vincenti contro i 13 della polacca. Un finale carico di emozioni, e lacrime, quando la più giovane Williams ripensa all'embolia polmonare che solo un anno fa l'aveva costretta al ricovero in ospedale. "In quei giorni non avrei osato neppure sperare di tornare a giocare - le parole di Serena -. Ma non ho mai mollato e ora la felicità è ancora più intensa".

A distanza di 10 anni dal primo trionfo Slam, Serena eguaglia così il record della sorella Venus portandosi a casa il quinto piatto Venus Rosewater ("Scusa Venus - scherza durante la premiazione -, ma sai che ho sempre voluto quello che avevi tu, ti copio da una vita"), e alzando a 42 i tornei vinti in carriera. Emozionante la scalata delle tribune per l'abbraccio a papà Richard, alle sorelle Venus e Isha e, quello più lungo e intenso, alla mamma Oracene. Immagine iconica dell'ennesima vittoria di una vera e propria saga familiare, capace di dominare senza rivali il tennis femminile nei primi 12 anni del terzo millennio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA