Percorso:ANSA.it > Photostory Spettacolo > News

Patti Smith a Milano parla di Ustica e del Costa Concordia

13 luglio, 17:53
Patti Smith a Milano parla di Ustica e del Costa Concordia

Aveva il "cuore a pezzi" Patti Smith quando osservava in tv la tragedia della Costa Concordia a bordo della quale era stata per alcuni giorni, su invito del regista Jan Luc Godard che stava girando 'Film Socialisme', e proprio a bordo Concordia ha scritto alcune canzoni del suo nuovo 'Banga'. Il suo pensiero è andato a quelle famiglie che vedeva rilassarsi in crociera, a quelle che sei mesi fa "dovettero far fronte alla tragedia" e ha cercato di immaginare la loro sofferenza e quella della piccola Dayana che stava morendo."Solitamente non vado in crociera - ha raccontato a Milano durante la presentazione del suo nuovo album e del tour italiano - ma ero stata invitata da Jean-Luc Godard che girava un film. In quei dieci giorni ho imparato a conoscere tutti i meandri di quei dieci piani. Ho visto innumerevoli persone che si abbandonavano felicemente alla vacanza persone e famiglie che si stavano godendo la vacanza. Tutto ad un tratto ho immaginato che persone come queste avevano dovuto far fronte alla tragedia"."Ho cercato di immaginare tutta questa sofferenza- ha aggiunto -: questa bimba, Dayana che stava morendo e naturalmente ho avuto un sentimento di solidarietà per il dolore delle famiglie, per il disastro ecologico. Sono stata molto toccata". "Allo stesso tempo, però - ha concluso Patti Smith -, sentivo gratitudine per il tempo che ho potuto passare a bordo perché questo è stato molto importante la nascita di Banga".

USTICA? GENTE SI UNISCE IN ATTESA DI GIUSTIZIA  - "Quando i governi non sanno dare giustizia le persone si riuniscono, pregano, oppure fanno un concerto". E' un apporto "umano, non politico quello della sacerdotessa del punk, Patti Smith, darà al Concerto della memoria per ricordare le vittime del disastro aereo di Ustica, il 15 luglio a Bologna. "Quel concerto per me è importante - ha detto l'artista a Milano durante la presentazione del suo ultimo album 'Banga' e del suo tour italiano -, perché è un espressione di solidarietà con le famiglie, con chi ha perso le persone amate, i parenti. Certo, tutta questa tragedia, questo disastro aereo circondato da risposte ancore mancanti, da domande che non hanno avuto risposte..." "Il mio ruolo - ha precisato - non è un ruolo politico è un ruolo umano. Nonostante questa domande non abbiano ancora risposte io sono lì a dare solidarietà e questo è l'aspetto più importante che ci caratterizza a livello umano, perché quando i nostri governo non ci possono dare giustizia, allora le persone si uniscono, pregano, oppure fanno un concerto. Questo è un modo per smentirci più vicini".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA