Percorso:ANSA.it > Photostory Spettacolo > News
Teatro del Fuoco, fiamme in palcoscenico

di Francesco Nuccio

LIPARI (MESSINA) - La passione e il fuoco, un binomio inscindibile nella vita dell'uomo. La storia, la letteratura, il mito sono ricchi di riferimenti all'amor fou. Si pensi al vortice che travolge Paolo e Francesca, protagonisti del quinto canto dell'Inferno dantesco, che si ritrovano a pagare in eterno il loro debito d'amore. Proprio questo sarà il filo conduttore della quarta edizione del Teatro del Fuoco, la rassegna internazionale che ospita artisti e giocolieri provenienti da tutto il mondo sul palcoscenico naturale delle Eolie.

Una settimana di eventi fra Lipari, Vulcano e Stromboli. Fire is passion è il tema che infiammerà gli spettacoli degli artisti in scena: dall'argentino Ruben Celiberti, all'italiano Ignazio Grande, dai polacchi Teatr Akt agli slovacchi Anta Agni, fino all'israeliana dalle dita di fuoco Firefingers. Il festival si apre domani sera al teatro del Castello di Lipari con "Passiones" che vedrà come protagonista il danzatore e coreografo argentino Ruben Celiberti. Con lui in scena anche artisti italiani e polacchi. Celiberti, poliedrico artista di origini italiane, allievo del recentemente scomparso Roland Petit, mette nei suoi passi tutta la sensualità del tango, la danza della passione per eccellenza.

Al teatro del Fuoco il danzatore argentino sarà uno dei protagonisti assoluti anche perché, per un settimana, terrà lezioni di tango sull'isola di Lipari. "Io ho avuto la fortuna - dice Ruben - di imparare da grandi maestri che hanno sempre insegnato con amore. Spero di riuscire a trasmettere questo messaggio e di essere in grado di insegnare anche io con amore, perché senza amore non si comunica nulla". La Rassegna proseguirà domenica con una festa a Marina Corta, Sangria de fuego, un modo per conoscere da vicino tutti i performers della manifestazione.

Sempre Lipari ospiterà lunedì sera la pantomima "Tour of love" dei polacchi Teatr Akt, veterani del Teatro del Fuoco: trampoli, costumi, fiamme e risate le loro specialità. Martedì 26 il Festival si sposterà a Vulcano dove le donne della kermesse daranno vita a "Mrs Flames", fuoco e danze sensuali sotto luce delle stelle, nel punto più buio dell'isola. Il giorno dopo sul palco del Castello di Lipari saliranno l'equilibrista siciliano Ignazio Grande, le eclettiche attrici polacche Marta e Agnieska in "Woman in love" e Firefingers, giovane artista israeliana, con una performance dal forte impatto visivo: lingue di fuoco dalle sue dita. Venerdì 29 luglio il teatro del Fuoco farà tappa a Stromboli, dove si sono svolte le prime tre edizioni.

All'anfiteatro Eos andranno in scena con "In the middle of fire" gli slovacchi Anta Agni, quattro performers di grande suggestione che coniugano il fuoco con la moderna tecnologia come i laser, regalando effetti speciali che squarciano il buio della notte. Sabato 30 luglio il ritorno a Lipari con il galà finale degli artisti di questa quarta edizione, impegnati nelle coreografie create dal coreografo del festival Enzo Caruso. "Il Teatro del fuoco, che nel 2009 ha ricevuto la medaglia d'oro del presidente della Repubblica - spiega l'organizzatrice Amelia Bucalo Triglia, della società Argomenti - come un magma creativo vuole coinvolgere tutti in un unico sensuale abbraccio, in un palcoscenico naturale fra i più belli al mondo dove il fuoco la fa da padrone con la presenza di ben due vulcani attivi. Vogliamo stupire e ipnotizzare il pubblico tenendolo col fiato sospeso di fronte a musiche, danze e coreografie infuocate che richiamano tutta la forza dirompente della passione".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati