Percorso:ANSA.it > Photostory Spettacolo > News

McQueen consacrato al Metropolitan Museum

Duecento abiti e accessori raccontano genialita' stilista e i 19 anni della sua carriera

03 maggio, 14:29
McQueen consacrato al Metropolitan Museum McQueen consacrato al Metropolitan Museum
McQueen consacrato al Metropolitan Museum

di Gina di Meo

NEW YORK - ''Opere d'arte al pari di quelle creati dai grandi artisti''. Cosi' ha definito Thomas Campbell, direttore del Metropolitan Museum of Art, le creazioni di Alexander McQueen alla conferenza stampa per la presentazione della mostra: 'Alexander McQueen: Savage Beauty'. Nel giorno in cui New York si prepara al 'Costume Institute Gala', l'evento mondano dell'anno che si svolge al Metropolitan Museum durante il quale si assiste ad una parata di celebrita' senza precedenti, gli occhi di tutti saranno puntati sui capolavori creati dallo stilista inglese morto suicida lo scorso anno. Una mostra che non ha eguali nel suo genere, bella, stupefacente ma anche raccapricciante per il modo in cui riesce a trasmettere quel senso di morte tipico dell'atmosfera gotica. Circa duecento pezzi tra abiti e accessori che riflettono tutta la genialita' di McQueen, una sorta di 'poete maudit' della moda, il cui eccesso di creativita' e sensibilita' spesso non puo' che sfociare in una direzione tragica. La mostra ripercorre i diciannove anni della sua carriera, dal 1992 al 2010, ed e' suddivisa in sei sezioni da cui permea quel senso del sublime alla Lord Byron.

'Romantic' e' la parola chiave che di volta in volta apre la porta a concetti come mente, gotico, nazionalismo, esoticismo, primitivismo e nazionalismo. Un unico fiore con tanti petali che McQueen ha saputo spargere in ognuna delle sue collezioni. Ci sono tutte con i capi di punta, da 'Highland Rape' dell'autunno inverno 1995-96 a 'Voss', primavera-estate 2001, da 'Plato's Atlantis, primavera-estate 2010 a 'Angels and Demons', autunno-inverno 2010-2011. ''Le sue creazioni - continua Campbell - calzano a pennello in un discorso di bellezza ed e' naturale che siano esposte in un luogo come il Metropolitan Museum. McQueen non puo' che essere considerato un grande artista''. A ricordare lo stilista anche l'amica Stella McCartney, Sarah Burton, direttore creativo della maison Alexander McQueen, che ha appena firmato l'abito di Kate Middleton per il royal wedding con il principe William, e tra il pubblico Anna Wintour, direttore di Vogue e tra i membri onorari del Costume Institute Gala Benefit. 'Alexander McQueen: Savage Beauty' e' stata curata da Andrew Bolton e sara' aperta al publico fino al 31 luglio 2011.