Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Roma, Ignazio Marino contestato da animalisti

 Un gruppo di animalisti ha contestato il candidato del centrosinistra sindaco di Roma, Ignazio Marino. Una decina di uomini e donne, a dorso nudo, ha intercettato il senatore del Pd a Campo de' Fiori e lo ha inseguito al grido ''Vivisezione falsa scienza, Marino non hai coscienza''. Tra i cartelli esposti in piazza 'No Marino, no pellicce', 'Mai piu' vivisezione, mai piu' Green Hill'. Alcuni degli attivisti avevano anche le mani coperte di vernice rossa a simboleggiare del sangue animale. La protesta e' stata cosi' insistente, un vero e proprio assedio sonoro - al grido 'Marino, Marino sei tu il babbuino' - che ha costretto il candidato a lasciare Campo de' Fiori per rifugiarsi in un palazzo di piazza Farnese. Il candidato sindaco ha tentato piu' volte di esprimere le proprie idee e di aprire un dialogo con i contestatori che pero' non gli hanno lasciato spazio.

''Sono pronto sul tema della ricerca e della scienza a qualsiasi confronto con chiunque ma non a questo tipo di aggressione. Non e' un modo civile di affrontare una discussione cosi' importante''. Cosi' il candidato del centrosinistra a sindaco di Roma, Ignazio Marino, che questa mattina e' stato contestato da un gruppo di animalisti a Campo de' Fiori. ''Alcune persone che mi accompagnavano - ha raccontato il senatore democratico - hanno avuto vestiti sporcati e strappati, mentre una cittadina che stava parlando con me e' stata aggredita e buttata per terra. Credo che quelle persone appartengano a una cultura di dieci anni fa e non sanno forse che ora la scienza e' riuscita a realizzare un rene di topo con la bioingegneria e quindi la fase dell'utilizzo degli animali sta arrivando al suo crepuscolo''. ''Voglio dire una cosa a queste persone e a coloro che li hanno mandati - ha aggiunto Marino - se questi signori avessero una bimba affetta da leucemia le darebbero per salvarla le medicine che purtroppo sono state sperimentate su alcuni topi? Mi chiedo davvero che cosa farebbero...''.

''Noi smentiamo in modo categorico le notizie uscite finora. Non c'e' stata nessuna tensione, nessuno spintonamento e soprattutto nessun ferito. E' stata una normale contestazione''. Cosi' Loredana Pronio, presidente di FederFida che insieme ad Animalisti italiani ha organizzato questa mattina la protesta a Campo de' Fiori contro il candidato sindaco di Roma Ignazio Marino, a proposito delle notizie riportate da alcuni organi di informazione. ''Non abbiamo mai fatto azioni violente - ha aggiunto - non ci appartiene proprio. Volevamo solo manifestare il nostro dissenso contro un candidato sindaco vivisettore. A questo punto visto che sono state dette falsita' richiediamo il referto medico delle persone ferite''. E a chi le chiede il perche' non hanno voluto aprire un dialogo con Marino ha risposto: ''Ha gia' fatto in passato le sue dichiarazioni e fanno rabbrividire. Sappiamo gia' come la pensa''. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA