Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Grillo al NYT: inammissibile che assicuri stabilita'

 Beppe Grillo - in un'intervista al New York Times - reputa "inammissibile" assicurare la stabilità di un futuro governo italiano: "E' come se Napoleone facesse un patto con Wellington". Il leader M5S ha rimarcato che il suo obiettivo era eliminare un sistema che "ha disintegrato il Paese" e costruire "qualcosa di nuovo", che ripristini in Italia una vera democrazia partecipativa. "Noi possiamo cambiare ogni cosa" se "nelle mani di persone rispettabili ma l'attuale classe politica deve essere cacciata fuori immediatamente", ha ancora spiegato Grillo, che ha ricevuto il cronista del Nyt nella sua casa di Marina di Bibbona, "a piedi nudi e indossando jeans sbiaditi ed una t-shirt grigia con l'immagine di Gandhi". Nell'intervista, intitolata "Non più un giullare, il polemico della politica italiana riflette un movimento" e pubblicata sulla prima pagina online del quotidiano newyorchese, il leader del M5S rigetta anche le accuse di chi crede che la sua crociata porti l'Italia sul sentiero della Grecia. "Come possiamo essere accusati di distruggere qualcosa che è già distrutto? Hanno divorato un Paese e ora non possono governare" ha affermato al quotidiano Grillo rispondendo - sottolinea l'articolo - "in toni misurati" e facendo trasparire solo "una piccola somiglianza" al "provocatorio populista che ha incanalato le foglie in una rabbia indignata".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA