Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Blocchi e tensione a Taranto

27 SETTEMBRE 2012 - Ancora una giornata di mobilitazione dei lavoratori dell'Ilva, dopo che il gip di Taranto ha respinto il piano di risanamento. Scattato lo sciopero di Fim-Cisl e Uilm-Uil, al quale non aderisce la Fiom-Cgil, e sono state bloccate le strade di accesso alla città. Il ministro dell'ambiente, Corrado Clini, ha affermato che si sta continuando a lavorare per il rilascio dell'autorizzazione integrata ambientale, nel rispetto della legge italiana e delle direttive europee

Alcune centinaia di persone aderenti al "Comitato spontaneo apartitico liberi e pensanti" é stato bloccato dalle forze dell'ordine mentre in corteo, guidato da un veicolo a tre ruote, cercava di avvicinarsi agli operai dell'Ilva che bloccano la statale 100 per Bari non lontano dall'ingresso del Siderurgico. Dell'associazione fanno parte cittadini e lavoratori che, al grido 'Taranto libera, ve ne dovete andare' chiedono all'Ilva l'adozione di misure a tutela dell'ambiente e della salute.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA