Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Indignados a Barcellona bloccano Parlamento

MADRID - Circa duemila indignados hanno cercato di bloccare questa mattina gli accessi al parlamento regionale catalano a Barcellona, provocando incidenti con la polizia. Il presidente della regione Catalogna il nazionalista moderato di ciu Artur Mas e il presidente dell'assemblea Nuria de Gispert hanno dovuto essere trasportati in elicottero all'interno della sede dell' assemblea per superare il blocco dei manifestanti, che gridavano davanti al parlamento "non ci rappresentate". Artur Mas ha definito "intollerabile" il blocco del parlamento ed ha denunciato "la violenza nella strada" da parte degli indignados. La protesta è rivolta contro i tagli alla spesa sociale che il parlamento di Barcellona deve votare oggi su proposta del governo Mas nel quadro della manovra antideficit che la nuova amministrazione ha dovuto decidere davanti al pesante disavanzo ereditato dal precedente governo a guida socialista. I manifestanti hanno fra l'altro gettato vernice su alcuni deputati regionali. Diversi parlamentari regionali sono stati trasportati in parlamento in furgoni della polizia catalana, i Mossos d'Esquadra. Due deputati, Gerard Figueres e Alfons Lopez Tena, hanno affermato di essere stati aggrediti dai manifestanti. Ci sono stati scontri episodici fra polizia e indignados. L'ex-presidente del Barcellona Calcio Joan laporta, ora deputato regionale indipendentista, anche lui arrivato in un furgone della polizia, ha parlato di un "triste spettacolo". Nei giorni scorsi gli indignados hanno contestato a Valencia e a Madrid le sedute costitutive delle nuove assemblee regionali e comunali elette il 22 maggio.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati