Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News

Fontane di lava e colata, lo show dell'Etna

Nuova fase eruttiva perde energia nella notte, riaperto aeroporto Catania

13 gennaio, 15:00
Ha perduto energia nella notte la nuova fase eruttiva dell'Etna ma il vulcano ieri sera ha dato spettacolo Ha perduto energia nella notte la nuova fase eruttiva dell'Etna ma il vulcano ieri sera ha dato spettacolo
Fontane di lava e colata, lo show dell'Etna

CATANIA - Ha perduto energia nella notte la nuova fase eruttiva dell'Etna: il vulcano ieri sera ha dato spettacolo con una violenta attivita' esplosiva dal 'pit crater', una profonda depressione apertasi sul fianco orientale del cono del cratere di Sud-Est, dal quale e' fuoriuscita una colata lavica che si e' riversata nella desertica Valle del Bove. Il 'braccio' e' al momento fermo, e non sembra sia alimentato.

I valori dei 'tremori' nei condotti interni del vulcano sono crollati e sono tornati nella norma, come se il sistema avesse scaricato gran parte della propria energia. I fenomeni di ieri sera, con fontane di lava incandescente lanciata in aria a centinaia di metri che ricadeva sempre nella zona sommitale del monte, sono stati notati a grande distanza, anche a Catania e Taormina. La situazione sull'Etna e' costantemente monitorata dagli esperti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania.

CHIUSI E RIAPERTI AEROPORTI CATANIA E SIGONELLA - Per questo motivo dalla mezzanotte di ieri alle 06.30 di stamattina lo spazio aereo circostante l'aeroporto di Catania e' stato chiuso alle operazioni di volo. Il fenomeno ha determinato la chiusura dell'aeroporto civile di Fontanarossa e di quello militare di Sigonella. La direzione Enac dello scalo di Catania ha immediatamente convocato l'Unita' di crisi aeroportuale che, acquisita tutta la documentazione prodotta dall'Ingv e dall'ufficio meteorologico di Sigonella, ha proceduto a pianificare le attivita' aeroportuali di assistenza per i voli programmati nella prima mattinata odierna.

Alle 06.30 di oggi l'Unita' di crisi dello scalo, preso atto delle condizioni ottimali di visibilita' che consentivano l'applicazione delle procedure contingenti previste dalla situazione, ha autorizzato la parziale ripresa delle operazioni di volo all'interno dello spazio aereo interessato, con la normalizzazione delle attivita' aeroportuali. L'attivita' e' costantemente monitorata al fine di adeguare la situazione operativa dai voli all'attivita' vulcanica in corso. L'Unita' di crisi e' stata riconvocata per le ore 16.00 di oggi.