Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News

Vigili fuoco in corteo a Roma, 'Niente piu' precari'

10 novembre, 18:09
Incrementare le assunzioni, stabilizzare i precari e avere lo stesso trattamento degli altri corpi dello Stato Incrementare le assunzioni, stabilizzare i precari e avere lo stesso trattamento degli altri corpi dello Stato
Vigili fuoco in corteo a Roma, 'Niente piu' precari'

FOTO DI ALESSIO TARALLETTO

ROMA - Incrementare le assunzioni, stabilizzare i precari e avere lo stesso trattamento degli altri corpi dello Stato. Queste le richieste dei Vigili del Fuoco aderenti al sindacato autonomo Conapo, scesi in piazza a Roma. Alla protesta hanno aderito anche le sigle Dirstat Vvf - Sindir - Ugl Vvf e Usppi.

Il corteo, a cui hanno preso parte pompieri provenienti da tutta Italia, ha preso il via poco dopo le dieci dalla Bocca della Verita', passando di fronte al teatro di Marcello, per poi percorrere via delle Botteghe Oscure e arrivare di fonte al Senato. ''Non vogliamo chiedere nessun privilegio - spiega Antonio Brizzi, Segretario Generale del Conapo in forze presso il comando di La Spezia - ma solo lo stesso trattamento degli altri corpi dello Stato''.

Ai Vigili del Fuoco, spiegano dal sindacato, vengono corrisposte retribuzioni inferiori di circa 300 euro rispetto alle altre forze di polizia. ''La nostra vita e' uguale alla loro - precisa Brizzi -. Tutte le forze dell'ordine mettono in gioco la vita quotidianamente''. Il problema piu' urgente, pero', resta quello dei precari. ''Vanno sistemati al piu' presto e poi, come dice l'articolo 117 della Costituzione, deve passare alle Regioni'', conclude il Segretario Generale del Conapo.