Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Italiani Emergency liberi, "niente contropartita"

A breve i tre cooperanti di Emergency rientreranno in Italia con un volo commerciale accompagnati dall'inviato del ministro Frattini per l'Afghanistan, Massimo Iannucci. Lo ha detto il portavoce della Farnesina, Maurizio Massari. Il ministro degli Esteri Frattini ha smentito che per la liberazione dei tre il governo afghano abbia chiesto come contropartita la chiusura dell'ospedale di Emergency a Lashkar Gah. Ed anche Emergency, dopo aver appreso da alcuni giornali italiani che la chiusura dell'ospedale sarebbe stata una delle condizioni per il rilascio dei suoi operatori, fa sapere: all'ong non risulta nessun tipo di accordo. "Sono stati liberati perché non colpevoli", aggiunge la ong.