Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
Photostory: Gente in strada a Santiago

ROMA - Un mostruoso terremoto di magnitudo 8.8 della scala Richter si e' scatenato in Cile alle 3.34 ora locale (secondo l'istituto geologico americano Usgs, le 7.34 in Italia). Dieci ore prima era stato preceduto da una scossa 6.9 sull'isola giapponese di Okinawa. E' scattato cosi' l'allarme tsunami praticamente nell'intero Oceano Pacifico, dal Centroamerica fino alla Polinesia. Ed una prima gigantesca ondata si e' abbattuta sull'isola di Juan Fernandez al largo di Valparaiso.

Sulla costa si e' scatenato il terrore, ma secondo una prima valutazione i danni sono stati relativamente contenuti rispetto alla violenza del sisma. L'epicentro in mare a 115 chilometri a nord-nord-est della citta' di Concepcion, vicino alla citta' natale dello scrittore Pablo Neruda, a 350 chilometri dalla capitale Santiago.

Il primo colpo e' stato seguito da una raffica di altre scosse che si sono succedute lungo la costa procedendo verso nord.