Percorso:ANSA.it > Photostory Primopiano > News
FOTO: 8 febbraio 2010 l'Endeavour da' spettacolo

CAPE CANAVERAL - Lo shuttle in viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale (Iss). Porta con se i due grandi moduli che la completeranno per la parte europea. La missione, chiamata Sts-130, apre una nuova pagina nella storia della stazione orbitale: completata la costruzione, adesso si tratta di utilizzarla per i prossimi 10 anni e probabilmente oltre .Lo shuttle Endeavour ha dato spettacolo: e' l'ultimo lancio notturno della navetta americana (i quattro che mancano avverranno di giorno) ha illuminato il cielo e la lunga scia luminosa è stata imponente.

La navetta è rimasta visibile per un tempo lunghissimo (ben sette minuti e mezzo, ossia un minuto prima di entrare in orbita) finché non è diventata un puntino luminoso, come una stella molto brillante. "E' stato un lancio spettacolare e importante, che porta sulla Stazione Spaziale tanta tecnologia europea", ha detto il direttore generale dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), Jean-Jacques Dordain. A bordo dello shuttle si trovano, agganciati fra loro, il Nodo 3, "Tranquillity", che contiene sistemi ad alta tecnologia per la purificazione dell'aria e dell'acqua sulla Iss, e la Cupola, la grande finestra che darà agli astronauti una vista a 360 gradi sulla Iss (d esempio per seguire più direttamente le passeggiate spaziali) , ma anche sul cosmo e soprattutto sulla Terra. Si chiama Cupola in omaggio a Michelangelo perché, come il David, è stata ottenuta da un unico blocco di materiale, Entrambi i moduli sono stati realizzati dall'Esa per la Nasa e costruiti in Italia, negli stabilimenti di Torino della Thales Alenia Space (Thales-Finmeccanica).