Percorso:ANSA.it > Photostory Curiosita' > News

La Queen Elisabeth 2 diverrà hotel a 5 stelle

Tra i sette studi in gara per il restyling ci sono anche due italiani - FOTO

05 novembre, 21:45
La Queen Elisabeth 2 diverrà hotel a 5 stelle

di Alessandra Baldini

La trasformazione del Queen Elizabeth 2, uno dei transatlantici piu' famosi del mondo, in un hotel a cinque stelle all'ancora in Estremo Oriente potrebbe essere targato italiano: tra i sette studi in gara per il restyling della nave uno e' Santarossa Contract Marine, societa' di Pordenone specializzata nell'arredamento di navi da crociera, un altro e' il Bg Studio di New York che fa capo all'architetto italiano Francesca Bucci, specializzata da anni in cruise ship design e l'unica del pool che ha gia' lavorato sulla QE2.

Minimalista ed elegante il progetto di Santarossa, ispirato alla tradizione Deco dell'epoca d'oro delle grandi navi quello di BG International. Il vincitore dell' appalto - concorrono altri due studi americani, uno di Singapore e uno finlandese - sara' annunciato il 30 novembre. "E' un progetto straordinario e molto importante", ha commentato Bill Miller, l'autore di 80 libri sulle navi passeggeri del presente e del passato cinque dei quali su QE2. Miller, che lavora con BG Studio e spera di portare la sua enciclopedica conoscenza dell'ex ammiraglia delle Cunard Lines al servizio della conversione.

La Queen Elizabeth 2 e' una leggenda globale. Uscita dai cantieri navali di Clydebank in Scozia nel 1969, ha trasportato con un collegamento settimanale oltre 2,5 milioni di passeggeri tra Southampton e New York fino al novembre 2008, quando e' andata finalmente in pensione. La nave fu quindi venduta per 100 milioni di dollari a Istithmar, l'unita' di private equity di Dubai World durante il boom immobiliare del piccolo emirato, ma un primo progetto di trasformarla in hotel galleggiante a Dubai era presto naufragato a causa della crisi finanziaria.

Adesso, grazie alla nascita di "un grande consorzio", la QE2 Holdings, la "regina del mare" dovrebbe rinascere nel 2015 in attrazione turistica extralusso lungo le coste asiatiche: 400 tra cabine e suite di dimensioni comprese tra i 60 e 150 metri quadri, sette ristoranti gourmet, boutique griffate, un museo del mare e una grande sala da ballo. A meta' ottobre e' stato scelto il cantiere navale dove avverra' la ristrutturazione: i Cosco Shipyard a Zhoushan, nella provincia di Zhejiang. Costo del progetto, 90 milioni di dollari. Come hotel di lusso il transatlantico si affianchera' ai grandi alberghi dell'Estremo Oriente come il Peninsula di Hong Kong, il Peace Hotel di Shanghai, il Grand Hotel di Taipei e il Rex di Ho Chi Min City. Non e' ancora stato deciso dove la nave sara' "parcheggiata": Hong Kong e Singapore sembrano essere in pole position.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA