Percorso:ANSA > Mondiali Sudafrica > Tempi Supplementari > Paul, il polpo indovino divenuto una star /VIDEO

Paul, il polpo indovino divenuto una star /VIDEO

Germania sgomenta. Ha parlato: in semifinali vince la Spagna

07 luglio, 23:21
Ecco le fasi della scelta del polpo indovino Ecco le fasi della scelta del polpo indovino
Correlati

 (ANSA) - ROMA - Sabbia, rocce e tre palloni da calcio. E' questo l'habitat di Paul, il polpo dell'acquario di Oberhausen in Germania divenuto ormai una star mondiale grazie alle sue ''doti da indovino''.
   Da quando sono iniziati i Mondiali di Sudafrica 2010, non ha piu' pace: riflettori e telecamere lo riprendono mentre vaticina i pronostici della partite dei tedeschi. Due vaschette con le bandiere delle due squadre vengono immerse in acqua, Paul nuota elegantemente fino a quando non sceglie su quale vaschetta adagiarsi: il vaticino e' fatto.
   La sua fortuna o sfortuna, a seconda dei punti di vista, e' proprio questa, ovvero ''azzeccare'' quasi tutti i risultati della squadra di Joachim Loew fino alla vigilia della partita con la Spagna: vittoria delle Furie Rosse e Germania costretta ad accontentarsi della finalina per il terzo e quarto posto.
   La fama di Paul e' stato un crescendo, come quella di Muller e Ozil, dal girone fino alle semifinali: vittorie pronosticate con precisione, anche il colpo di scena della sconfitta con la Serbia.
   I media, probabilmente avvisati dalla 'allarmatissima' direzione dell'acquario della cittadina tedesca, hanno iniziato a interessarsi alle doti da previgente di Paul: dirette televisive e servizi giornalistici hanno ricostruito la storia di Paul. Il polpo profeta e' divenuto una star, quasi capace di raggiungere la fama dell'orsetto Knut dello zoo di Berlino.
   Centinaia di turisti hanno fatto visita all'acquario della cittadina tedesca fino al 'tradimento' del pronostico con la Spagna. Allora i media tedeschi hanno ricordato come Paul in realta' sia nato in Inghilterra e per questo poco credibile.
   Dalla parte della Germania razionale propende poi anche la statistica: Paul in realta' qualche errore l'ha fatto, due su dodici, come quando agli ultimi Europei pronostico' la vittoria dei tedeschi in finale contro la Spagna. Alla fine vinsero le Furie Rosse e Paul fini' nel dimenticatoio, finora.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati