Percorso:ANSA > Mondiali Sudafrica > News > Da football al tennis, tanti sport alla moviola

Da football al tennis, tanti sport alla moviola

Occhio di falco e istant replay per evitare errori arbitrali

29 giugno, 23:51
Da football al tennis, tanti sport alla moviola Da football al tennis, tanti sport alla moviola

(ANSA) - ROMA - Dalla mano di Henry al gol fantasma di Lampard tutto quanto per dire si' allo studio della tecnologia in campo con ipotesi anche per la moviola. Roba gia' vecchia in altri sport come il football americano, il tennis e il basket, ma che nel calcio, chissa' perche', sembra ancora fantascienza. Ma, dopo gli ultimi fattacci al Mondiale, il vaso anche in casa Fifa appare quasi colmo. E cosi' nonostante le ultime chiusure ecco le parole del presidente Blatter che spalancano le porte alla tecnologia anche nel regno della pedata. Tecnologia sulla linea di porta e ipotesi, dopo poco smorzata, sul replay in campo. Comunque la Fifa si impegna ad esaminare forme di tecnologia per limitare al massimo le sviste arbitrali. Ma sono tanti gli sport che hanno fatto da apripista.

- FOOTBALL AMERICANO: e' il primo sport ad introdurre la moviola in campo: dopo un primo esperimento negli Anni Sessanta, nel 1986 la lega professionistica Nfl la usava per dirimere i casi piu' controversi di raggiungimento del primo down o di touch down. Duro' sei anni, poi problemi tecnici (si lavorava ancora coi nastri) e qualche polemica bloccarono l' esperimento. L'instant replay per la palla ovale e' tornato nel '99, poi hanno seguito la strada del football il BASKET Nba nel 2002 (da cui ha preso idea e modalita' quello italiano) e, prima, il  RUGBY (per la validita' di una meta) e l' HOCKEY GHIACCIO (convalida di gol). Adesso gli allenatori delle squadre possono chiamare per due volte nel corso della gara l' intervento della moviola, tirando un fazzoletto rosso. Se l' arbitro ha dei dubbi puo' consultare le immagini ogni volta che vuole. Praticamente tutte le azioni possono essere oggetto di instant replay. La cosa per lo piu' funziona. Anche se e' perfettibile: il Superbowl del 2005 e' stato assegnato ai Pittsburgh Steelers dopo una clamorosa svista dell' arbitro che, nonostante la moviola, non si e' accorto che il quarterback Ben Roethlisberger si era solo avvicinato alla linea di meta' spostando la palla in un secondo momento.

- RUGBY: nel mondo della palla ovale esiste la possibilita' per l'arbitro, per verificare-stabilire se il pallone abbia varcato la linea di meta, di chiedere l'intervento del 'Television Match Officer', il Tmo, una sorta di quarto uomo che esamina sui monitor ogni situazione controversa, sempre limitata al fatto se una meta sia stata segnata o meno.
 

- TENNIS: i tennisti possono chiedere l'instant-replay di chiamate che giudicano sbagliate. Il sistema utilizzato e' il cosi' detto Occhio di falco o Hawk-Eye, un insieme di telecamere e computer che seguono la pallina in ogni movimento ricreandone un'immagine virtuale che toglie ogni dubbio su chiamate contestate. Il sistema era utilizzato dalla TV gia' da tempo ma solo a fini spettacolari e non faceva fede a fine di modificare le decisioni dell'arbitro di sedia. Ogni tennista ha due chiamate a set, se ha ragione, non vengono scalate, se ha torto, viene cancellata una delle due chiamate. Le chiamate non utilizzate in un set non possono essere utilizzate nel set successivo. Un'ulteriore chiamata e' concessa in caso di tie-break.
 

- FORMULA 1 e MOTOMONDIALE: moviola atipica quella degli sport motoristici. Nella Formula 1 e nel Motomondiale i giudici di gara utilizzano i filmati rallentati per comminare sanzioni ai piloti scorretti e per irregolarita' varie (come accaduto nel caso del sorpasso di Hamilton alla safety-car a Valencia domenica scorsa). Verdetti piu' o meno immediati, con punizioni che si scontano gia' in corsa o al piu' tardi poco dopo.


- SCHERMA: l' arbitro puo' consultare le immagini degli ultimi tre secondi di gara per la spada e il fioretto e l' ultimo secondo per la sciabola. Soltanto i giudici di gara possono visionare il filmato anche se e' l' atleta a chiederlo (e puo' farlo fino a tre volte per ciascun assalto).

- BASKET: in Italia viene usato l'Instant Replay, uno strumento tecnologico che aiuta l'arbitro a stabilire il valore o la sanzione da assegnare a specifiche situazioni di gioco, con esclusione delle circostanze in cui decisioni non sono state prese. Come ad esempio quando un canestro e' realizzato in prossimita' del suono che sancisce la fine di un periodo della gara o il termine dei 24'' e non c'e' la certezza che il suono sia avvenuto con la palla gia' in volo oppure ancora a contatto della mano del tiratore.

- BASEBALL: nel baseball della Major League statunitense, una delle leghe piu' tradizionaliste al mondo, la moviola e' in vigore da un anno per verificare la realizzazione di fuoricampo non chiari: il responso sulle immagini televisive, a differenza di quanto accade nella Nfl, non spetta all'arbitro dell'incontro bensi' ad una sala di controllo che ha sede a New York e si occupa di tutti i match in corso.

- CRICKET: gia' da tempo in questo sport viene usato l'occhio di falco poi utilizzato anche nel tennis.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati