Percorso:ANSA > Mondiali Sudafrica > Gli Arbitri > Roberto Rosetti

Roberto Rosetti

03 maggio, 11:37

Roberto Rosetti, nato il 18 settembre 1967 a Pecetto Torinese (To), è internazionale dal 2002 e nella vita di tutti i giorni è direttore di un’azienda sanitaria. Dopo la partecipazione agli Europei Under 17 del 2002 in Danimarca (3 gare dirette, tra cui la finalissima Svizzera-Francia 4-2 ai rigori, 0-0 al 90’ e 120’), la sua carriera in tornei ufficiali di alto livello inizia nel 2003, con la partecipazione ai Mondiali Under 20 negli Emirati Arabi Uniti, dove dirige 4 gare: Burkina Faso-Panama 1-0, Paraguay-Corea del Sud 1-0 ed Australia-Brasile 3-2 nei gironi eliminatori, oltre a Brasile-Spagna 1-0, finalissima del torneo. Nel 2005 prende parte alla Confederations Cup in Germania, arbitrando 3 gare: Argentina-Tunisia 2-1 e Messico-Brasile 1-0 nei gironi eliminatori, Argentina-Messico 6-5 ai calci di rigore (0-0 al 90’, 1-1 al 120’) nelle semifinali. Nel 2008 prende parte agli Europei in Austria e Svizzera, dirigendo 4 gare: quella inaugurale tra Repubblica Ceca e Svizzera (1-0 per i cechi), un’altra nei gironi (Russia-Grecia 1-0), il quarto di finale Turchia-Croazia (3-1 ai rigori, 1-1 al 90’ e 120’) e la finalissima Spagna-Germania 1-0, risultando così il primo arbitro nella storia degli Europei a dirigere, nella stessa edizione, gara di apertura e finalissima. Nel 2009 ha preso parte ai Mondiali Under 20 in Egitto, con 4 presenze: Venezuela-Nigeria 1-0, Uruguay-Uzbekistan 3-0 e Corea del Sud-Stati Uniti 3-0 nei gironi eliminatori e Brasile-Germania 2-1, ai quarti di finale. Nelle qualificazioni ai Mondiali 2010 ha diretto 4 gare, tutte nel continente europeo, con bilancio di 3 pareggi (Svezia-Portogallo 0-0, Israele-Grecia 1-1 e Serbia-Francia 1-1, tutti nelle fasi a gironi) ed 1 successo esterno (Bosnia-Portogallo 0-1 nei playoff).

AL SECONDO MONDIALE MAI UN PAREGGIO. Secondo Mondiale consecutivo per Rosetti, dopo i 4 incontri diretti a Germania 2006, senza alcun pareggio: Messico-Iran 3-1, Argentina-Serbia/Montenegro 6-0 e Paraguay-Trinidad & Tobago 2-0 nei gironi eliminatori, Francia-Spagna 3-1 agli ottavi di finale, con 1 rigore concesso ed 1 espulsione comminata.

ITALIA PRIMATISTA DI ARBITRI. L’Italia è la nazione leader per numero di arbitri inviati alle fasi finali dei Mondiali ed anche per numero di gare dirette. La federazione italiana ha inviato ai Mondiali 19 arbitri che hanno diretto complessivamente 44 incontri: tra i fischietti comanda Collina (5 incontri), seguito da Agnolin, Barlassina e Rosetti (4 presenze ciascuno); con 3 direzioni a testa seguono Galeati, Lanese ed Orlandini; 2 presenze ciascuno per Angonese, Casarin, Gonella, Lo Bello C., Mattea e Sbardella; infine una direzione a testa per Baldas, Carraro, Dattilo, Jonni, Pairetto e Scarpi.
   
GLI ASSISTENTI. I due assistenti che comporranno la terna arbitrale italiana diretta da Rosetti saranno i connazionali Stefano Ayroldi (nato il 25 aprile 1967, internazionale dal 2006) e Paolo Calcagno (nato il 29 gennaio 1966, internazionale dal 2005).
 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati