Percorso:ANSA > Mondiali Sudafrica > Gli Arbitri > Benito Archundia

Benito Archundia

26 aprile, 13:11

Benito Archundia, direttore di gara internazionale dal 1993, è nato il 21 marzo 1966 a Tlanepantla (Messico). Da diciassette anni internazionale, avvocato di professione, appassionato di video-games, ha acquisito una vasta esperienza di tornei internazionali. La prima esperienza è nel 1993, ai Mondiali Under 17 in Giappone, dove fa 4 presenze: Qatar-Colombia 2-0 e Repubblica Ceca-Colombia 3-1 nei gironi eliminatori, Ghana-Australia 1-0 dopo tempi supplementari ai quarti di finale e Nigeria-Polonia 2-1 in semifinale. Due le partecipazioni alle Olimpiadi: Atlanta ’96 – dove ha diretto Giappone-Brasile 1-0 e Francia-Arabia Saudita 2-1 nei gironi eliminatori -  ed Atene 2004, con 2 gare arbitrate: Ghana-Paraguay 2-1 nei gironi eliminatori ed Argentina-Italia 3-0 in semifinale. Si ricordano poi due partecipazioni alla coppa America, con 3 gare dirette in totale: nel 1999 in Paraguay (2 presenze, Paraguay-Giappone 4-0 nei gironi eliminatori e Cile-Colombia 3-2 nei quarti di finale) e nel 2007 in Venezuela (Venezuela-Perù 2-0, fase a gironi).
    
Nel 2001 in Giappone prende parte per la prima volta alla Confederations Cup, dove arbitra 2 gare: Giappone-Camerun 2-0 nei gironi eliminatori e Giappone-Australia 1-0 in semifinale, torneo che poi bisserà nel 2009: Sudafrica-Nuova Zelanda 2-0 e Brasile-Italia 3-0, entrambe nella fase a gironi, le altre due gare dirette. Nei Mondiali Under 20 ha diretto complessivamente 9 incontri, di cui 5 nel 2003 negli Emirati Arabi Uniti (Argentina-Spagna 2-1, Brasile-Repubblica Ceca 1-1, Giappone-Egitto 1-0 nelle fasi a gironi, Spagna-Paraguay 1-0 agli ottavi e Brasile-Argentina 1-0 in semifinale) e 4 nel 2005 in Olanda (Spagna-Cile 7-0 ed Argentina-Germania 1-0 nei gironi eliminatori, Brasile-Siria 1-0 agli ottavi di finale ed Argentina-Spagna 3-1 nei quarti di finale)
    
Quattro le partecipazioni alla Gold Cup, per un totale di 9 partite arbitrate: nel 1996 tre direzioni (El Salvador-Trinidad & Tobago 3-2 e Brasile-Honduras 5-0 nei gironi eliminatori e Brasile-Stati Uniti 1-0, in semifinale); nel 2005 tre direzioni (Costarica-Cuba 3-1 e Costarica-Stati Uniti 0-0 nei gironi eliminatori, Honduras-Costarica 3-2 nei quarti di finale); nel 2007 due presenze (Stati Uniti-El Salvador 4-0 nella fase a gironi e Stati Uniti-Canada 2-1, in semifinale); infine nel 2009 una direzione (Stati Uniti-Panama 2-1 nei quarti di finale). Da citare anche due finali di coppa Intercontinentale / Mondiale per club: San Paolo-Liverpool 1-0 nel 2005 e Barcellona-Estudiantes 2-1 nel 2009. A livello di club le sue massime performances sono rappresentate dall’andata della finale di Coppa Campioni Concacaf edizione 2003 (Monarcas Morella-Toluca 3-3), dal ritorno dell’edizione 2007 (Pachuca-Guadalajara 0-0) e dal ritorno dell’edizione 2009 (Cruz Azul-Atlante 0-0).
   
Nelle gare di qualificazione a Sudafrica 2010 ha complessivamente arbitrato 8 incontri, tutti valevoli per il continente centro-nord americano: Guatemala-St. Lucia 6-0 e Bahamas-Giamaica 0-6 (primo turno eliminatorio), Cuba-Trinidad & Tobago 1-3, Suriname-El Salvador 0-2 e Stati Uniti-Guatemala 2-0 (play-off), El Salvador-Stati Uniti 2-2, El Salvador-Costarica 1-0 e Stati Uniti-Costarica 2-2 (nel girone finale), con bilancio di perfetta parità: 3 vittorie interne, 3 esterne e 2 pareggi.
   
RECORD DI PRESENZE.  Archundia parteciperà al suo secondo Mondiale. A Germania 2006 il fischietto messicano diresse 5 incontri: Brasile-Croazia 1-0, Francia-Corea del Sud 1-1 ed Italia-Repubblica Ceca 2-0 (nella fase a gironi), Ucraina-Svizzera 3-0 ai rigori (0-0 al 90’ e 120’, ottavi di finale) e Italia-Germania 2-0 dopo tempi supplementari (semifinale), non assegnando alcun rigore, ma sancendo 1 espulsione. Benito Archundia ha stabilito a Germania 2006 un record nella storia dei Mondiali, dal 1930 ad oggi: detiene il primato di gare dirette in singola edizione alla rassegna iridata, appunto 5, stabilito in condominio con l’argentino Horacio Elizondo, anche lui durante Germania 2006.
 
COI MESSICANI POCHI PAREGGI TANTE ESPULSIONI. Nelle 29 gare dirette ai Mondiali da arbitri messicani si sono avuti 4 pareggi a fronte di ben 25 vittorie. 10 i rigori assegnati, 18 le espulsioni decretate.Sono messicani gli arbitri che hanno decretato alle fasi finali dei Mondiali il maggior numero di espulsioni, ben 18. Anche l’arbitro che ha estratto più volte il cartellino rosso è di questa nazionalità: si tratta di Brizio Carter, 7 espulsioni in 6 gare dirette tra il ‘94 ed il ‘98.
   
GLI ASSISTENTI. I due assistenti che comporranno la terna arbitrale diretta da Archundia saranno il messicano Marvin Cesar Torrentera Rivera (nato il 25 febbraio 1971,  internazionale dal 2006) ed il canadese Hector Vergara (nato il 15 dicembre 1966, internazionale dal 1993).
 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati