Prima pagina: Ansa.it Agenzia ANSA
Giochi Olimpici 2012 Live!Giochi Olimpici 2012 Live!
Nazione
 
 
 
Italia 0   0  
Germania 0   0  
Stati Uniti 0   0  
Ungheria 0   0  
Nazione
 
 
 
Finlandia 0   0  
Francia 0   0  
Svezia 0   0  
Giappone 0   0  

Videogallery

Fotogallery

La storia dei giochi olimpici

Primopiano

ANSA > Giochi Olimpici 2012 > Primopiano > News

Pistorius, stadio applaude e lui si inchina

Ultimo in semifinale 400, vincente gli chiede pettorina

Pistorius, stadio applaude e lui si inchina
Pistorius, stadio applaude e lui si inchina

I miracoli non si ripetono. Il suo, Oscar Pistorius, l'ha già vissuto ieri quando è sceso in pista con avversari normodotati, lui che al posto dei piedi ha due protesi in fibra di carbonio e si è pure qualificato per la semifinale arrivando secondo in batteria. Un prodigio che il ragazzo sudafricano ha trasmesso a milioni di persone abili in maniera diversa ma comunque in grado di condurre una vita normale. Stasera Oscar c'ha riprovato, ma agonisticamente non c'é stata storia anche se la storia con la esse maiuscola era stata già fatta. E' partito piano, ha tentato il recupero, ma si è chiaramente imballato finendo ultimo, applauditissimo da tutto lo stadio in piedi. Gli si è avvicinato il vincitore Kirani James, una pacca e la richiesta dello scambio di pettorale come fanno gli atleti quando si trovano di fronte a un grande campione. "Giù il capello davanti a lui", l'omaggio di James. "Questa mia esperienza alle Olimpiadi è stata bellissima, da andare fuori di testa, ho veramente realizzato un sogno", ha salutato invece il sudafricano, dopo che l'intero stadio gli aveva riservato un'ovazione e lui aveva risposto con un inchino. "Il mio obiettivo qui era la semifinale, e l'ho centrato. Per questo adesso ringrazio tutti e da domani comincerò a pensare alla gara della staffetta". Intanto c'é l'omaggio dei rivali in pista. "L'omaggio di James è arrivato subito dopo aver superato il traguardo, ed è stato molto gentile da parte sua. Del resto siamo amici e abbiamo una vita simile, da atleti. L'Olimpiade è anche questo, vivere un certo spirito e stringere tante amicizie che poi ti rimangono". I miracoli non si ripetono, certe belle favole sì. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fotoracconti