Percorso:ANSA > In Viaggio > Nel Mondo > Luci nel ghiaccio e mongolfiere, magia Svezia

Luci nel ghiaccio e mongolfiere, magia Svezia

A febbraio due appuntamenti nella Lapponia svedese tra romanticismo e stupore

18 febbraio, 16:29
Quest'anno si tenta l'impresa da record: duemila lanterne accese (Foto: Lapland Vuollerim) Quest'anno si tenta l'impresa da record: duemila lanterne accese (Foto: Lapland Vuollerim)

(di Stefania Passarella)

L'inverno può essere magico, nonostante le temperature sotto lo zero, se si sa dove puntare il dito su mappa e calendario quando si sceglie un viaggio a Nord. A febbraio un'idea può essere quella di fare rotta verso la Lapponia svedese, in occasione di un paio di appuntamenti che promettono esperienze di romanticismo e genuino stupore.

La prima tappa è Vuollerim, sul Circolo polare artico, che dal primo al 10 febbraio festeggia i dieci anni del suo festival più famoso: quello delle mille lanterne di ghiaccio che si svolge puntualmente in contemporanea con il mercato d'inverno dei Sami nella vicina cittadina di Jokkmokk. Il festival di Vuollerim è un'occasione per ammirare un tipico villaggio lappone in uno dei suoi momenti dell'anno più suggestivi: le strade della cittadina, inevitabilmente candide per la quantità di neve, saranno illuminate da migliaia di lanterne 'intrappolate' nel ghiaccio.

Il viaggio può trasformarsi in una vacanza diversamente attiva se oltre alle degustazioni di specialità locali si decide di aiutare la popolazione locale a realizzare le stesse lanterne, imparando l'arte della scultura del ghiaccio. La tradizione, che oggi coinvolge circa 800 persone, nacque anni fa quando alcune donne di Vuollerim ebbero l'idea di abbellire in modo suggestivo la cittadina in occasione del mercato Sami. Man mano quest'arte si è talmente affinata che oggi per le stradine si ammirano dei veri e propri capolavori d'arte.

Quest'anno poi c'è una novità: per la prima volta Vuollerim tenterà l'impresa di entrare a pieno titolo nel Guinness dei primati con il maggiore allestimento al mondo di lanterne di ghiaccio. Record che sarebbe un bel regalo per il decimo anniversario del Festival. Obiettivo per vincere è quello di accendere duemila lanterne e l'appuntamento è fissato per il pomeriggio del 5 febbraio.

Quella delle oltre mille luci di Vuollerim non è l'unica emozione a portata di mano. A poco più di cento chilometri a Nord si può raggiungere un altro villaggio per un evento altrettanto affascinante. Dal 6 al 14 febbraio a Gallivare è tempo di un mega raduno di mongolfiere: per l'occasione 15 team internazionali si danno appuntamento con le loro mongolfiere che puntelleranno il cielo del piccolo centro lappone. I visitatori potranno scegliere se stare col naso all'insù per ammirare dei giganteschi palloni vagare in aria oppure se farsi coraggio e partecipare a un bel tour in mongolfiera (mappa).

Visto che si avvicina San Valentino, un viaggio, magari con tour in mongolfiera, può dare alla propria idea regalo una marcia in più. Lo spettacolo è assicurato, basta non dimenticare abbigliamento termico e una macchina fotografica.

Come arrivare: si arriva in aereo a Luleå (con le compagnie SAS o Norwegian via Stoccolma) dove noleggiare un'auto. Da qui ci vuole circa un'ora e mezzo per raggiungere Vuollerim. Gallivare può essere raggiunta in auto da Vuollerim oppure da Kiruna, anche in bus, dove si arriva in aereo con SAS via Stoccolma.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA