Percorso:ANSA > In Viaggio > Cultura > L'arte si compra anche in hotel

L'arte si compra anche in hotel

Dall'Italia agli Usa, gli alberghi si affidano ad artisti locali per abbellire le camere

03 maggio, 18:52
Arte in vendita all'Omni Dallas Hotel (Foto: Omni Hotels & Resorts) Arte in vendita all'Omni Dallas Hotel (Foto: Omni Hotels & Resorts)

Dall'Italia agli Usa spopola fra gli alberghi la tendenza di abbellire camere, suite e spazi comuni con dipinti e disegni di artisti locali. Un modo per distinguersi, rendere il soggiorno più accogliente per i clienti e valorizzare la cultura del posto. Una 'moda' che comincia a trasformarsi in vero e proprio business visto che sempre più spesso agli ospiti che lo desiderano è consentito acquistare le opere esposte.

Insomma per chi non resiste al souvenir direttamente dall'hotel, e non si intendono asciugamani o campioni di sapone e creme corpo da 'trafugare' in valigia, c'è un'idea in più. Tutto si può comprare, non solo i soffici accappatoi dei cinque stelle ma anche il quadro appeso sulla parete del letto. Senza contare che spesso le opere prodotte da artisti locali ritraggono la località turistica che si sta visitando e quindi si candidano a 'ricordino' perfetto della vacanza.

Una tendenza che già si fa spazio in Italia, dove gli alberghi ospitano anche mostre e workshop di artisti, e che va forte soprattutto negli Stati Uniti. Ecco qualche esempio. Aperto da poco, l'hotel Omni Dallas ha arredato stanze, hall e altri spazi della sua avveniristica struttura con circa 6.500 opere d'arte di 150 artisti locali. Opere 'texane' che se gli ospiti gradiranno potranno acquistare e portare con sé. La 'collezione', secondo quanto detto al Los Angeles Times dal managing director dell'hotel Ed Netzhammer, "può vantare una quantità d'arte maggiore di tante gallerie e musei del Paese" oltre a rendere "più divertente e interessante" l'esperienza dei clienti. Anche il Lancaster Arts Hotel in Pennsylvania vende gli oggetti d'arte che abbelliscono camere e corridoi e addirittura mette in vendita alcuni dei mobili usati, rigorosamente opera di artisti e artigiani locali. Chi soggiorna al Renaissance Arts Hotel di New Orleans, proprietà del Marriott, può chiedere al personale come acquistare gli oggetti che compongono l'arredamento, dai quadri alle sculture in vetro del bagno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA