Percorso:ANSA > In Viaggio > News > Fido sempre più coccolato in hotel

Fido sempre più coccolato in hotel

Menu ad hoc, acque termali e suite riservate: anche i cani scoprono il lusso in vacanza

24 luglio, 11:48
Menu ad hoc per cani in villeggiatura (Foto Ashdown Park Hotel) Menu ad hoc per cani in villeggiatura (Foto Ashdown Park Hotel)

In principio fu una ciotola d'acqua insieme a una brandina accanto al letto del padrone. Poi l'offerta si è arricchita, e oggi un cane che entra in hotel può contare su una serie di servizi dedicati, dal dog sitting alla toelettatura, dalle piscine con acqua termale fino al menu ad hoc.

A fare del cibo speciale per cani un marchio distintivo è la catena Fairmont Hotels & Resorts, che in alcuni alberghi canadesi e statunitensi coccola gli amici a quattro zampe con ricette da leccarsi i baffi. Gli chef propongono fiocchi d'avena e formaggio a pranzo e stufato d'agnello con riso per cena, ma anche bistecche di manzo sceltissime e prelibatezze di cervo, barrette di cereali e verdure, biscotti fatti in casa, torte e frozen yoghurt. Senza dimenticare i gatti, che nella ciotola potranno gustare salmone, sgombri e verdurine.

Anche in Italia la moda dei servizi per cani inizia a prendere piede. Se si è in cerca di una semplice struttura ricettiva che apre le porte agli animali domestici, basta consultare il sito vacanzea4zampe.info nato per volonta' della Federazione italiana delle associazioni per i diritti degli animali e dell'ambiente. Se invece si ha intenzione di viziare Fido e Micio, la ricerca è un po' più complessa, ma gli indirizzi non mancano.

In Sudtirolo, ad esempio, il Mair Am Ort mette a disposizione spazi per giocare e passeggiare, docce riservate, corsi d'addestramento e un menu per buongustai che spazia dalle salsicce con pollo e riso al pasto di animelle con cuori di volatili, dalla pentola di vitello con verdure, al piatto di selvaggina e riso, fino al ragù di vitello con patate e alla “pentola del ghiottone” con pollo, vitello e salmone. A Colonnella, vicino San Benedetto del Tronto, il complesso residenziale Gulliver offre una piscina e un campo recintato dove giocare, mentre a San Casciano dei Bagni, in provincia di Siena, il resort di lusso Fonteverde ha aperto ai cani, oltre che la cucina, una piscina con acqua termale a 36-38 gradi in cui sguazzare godendo del panorama sulla Val d'Orcia.

Il lusso attende gli amici pelosi anche fuori dall'Italia. A Londra il boutique hotel Mayfair intrattiene i cani con dolcetti, giochi, servizi spa e passeggiate a Green Park. Sempre in Inghilterra, nell'East Sussex, il luxury hotel Ashdown Park si prende cura di Fido con cenette personalizzate e un'infinità di sentieri verdi in cui correre dentro una proprietà di 186 acri nella stessa foresta che ha ispirato le storie di Winnie The Pooh. Se si ha in programma una fresca vacanza in Tirolo, il soggiorno più chic è al Klosterbrau, un hotel che si vanta di riservare servizi a cinque stelle anche ai cani: cucce morbidissime, menu su misura, ciotole in diversi punti della struttura per uno snack e un sorso d'acqua, giardini recintati e 150mila metri quadrati di prati in cui scorazzare senza auto nelle vicinanze, dogsitting e veterinario a portata di mano.

L'offerta ricettiva si è addirittura attrezzata per gli amici a quattro zampe che andranno in vacanza senza padrone al seguito. Pensioni e ricoveri sono un ricordo lontano: i cani vip possono avere di più. Alle porte di Roma, ad esempio, l'allevamento "La vecchia fattoria" ha aperto una beauty farm per cani, con box dotati di giardino coperto e cuccia riscaldata, pasti concordati con i proprietari, orari per le passeggiate e la siesta e una bella spazzolata serale. A dettare la linea è però l'Inghilterra con il Longcroft, una struttura nelle campagne dell'Hertfordshire che si presenta come '"il primo boutique hotel per gatti". Ad accogliere Micio c'è una suite con piccoli letti in ferro battuto, un giardino privato, l'area giochi e menu "a la cat" serviti su piatti di finissima porcellana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA