Percorso:ANSA > In Viaggio > News > Il bagaglio universale

Il bagaglio universale

Cosa mettere in valigia per fare il giro del mondo

11 agosto, 16:49
Il bagaglio universale Il bagaglio universale

L'arte di fare la valigia è una disciplina delicata ed estremamente soggettiva. Uno dei massimi esperti del settore, Doug Dyment (www.onebag.com) sostiene di essere in grado di stipare in un unico borsa di piccole dimensioni – il classico “bagaglio a mano” - il necessario per viaggiare per mesi, incontro a qualunque condizione climatica dal polo al deserto, e a ogni esigenza sociale dalla cena di gala al trekking.

La base delle lezioni di Dyment è che raramente le persone tornano da un viaggio rimpiangendo di non aver portato più bagagli. Il punto di partenza per alleggerire le proprie valige è quindi una lista con le cose da portare, che dipende dalle proprie necessità, ma segue alcune regole universali. Primo: non serve portare con sé shampoo e bagno schiuma che si possono trovare in tutto il mondo. Secondo: i trolley sono le valige più ingobranti e pesanti, qualsiasi altro modello è più comodo e capiente. Terzo: mai rinunciare a chiudere i propri bagagli con un lucchetto.

La valigia perfetta per un uomo conterrà solo questi vestiti: una giacca elegante, due-quattro camicie (e del sapone di marsiglia per poter fare il bucato in viaggio), due paia di pantaloni di cui uno corto, tre paia di calzini e biancheria intima per tre giorni, un costume, un maglione blu o nero, una giacca a vento, una giacca pesante, una lunga T-shirt, un telo leggero/sciarpa, un paio di guanti, un cappello estivo, un paio di scarpe eleganti, un paio di scarpe da trekking, un paio di sandali/infradito e una cintura. Basterà?

Per esserne sicuri ci si può controllare con un altro sito molto apprezzato sul web, The Universal packing list (http://upl.codeq.info/), dove, indicando alcune caratteristiche del proprio viaggio, si trova una lista personalizzata di cose da portare con sé, consigli utili e aneddoti.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati