Percorso:ANSA > In Viaggio > News > Mosca: Italian Style per hotel-grattacielo

Mosca: Italian Style per hotel-grattacielo

Riapre l'ex Albergo Ukraina, uno dei sette grattacieli di Stalin. CANALE IN VIAGGIO

28 aprile, 20:40
Radisson Royal Hotel (ex Hotel Ukraina) a Mosca (Foto Lite) Radisson Royal Hotel (ex Hotel Ukraina) a Mosca (Foto Lite)

Un hotel pinacoteca-biblioteca con molto made in Italy, un negozio che vende Rolls-Royce e una piccola cupola all'ultimo piano per una cena a due, pensata come scenario unico per chiedere la mano ad una donna: si presenta cosi' il leggendario albergo Ukraina, uno dei sette grattacieli staliniani, che ha riaperto i battenti anche con il nuovo nome di Radisson Royal Hotel dopo tre anni di restauri, costati 300 milioni di dollari. Per l'occasione e' intervenuto il sindaco Iuri Luzhkov, che nel 2005 aveva venduto l'immobile per circa 270 milioni di dollari.

Intatto l'esterno, tutto guglie, pinnacoli, stelle, falci e martelli, mentre l'interno, come ha potuto constatare l'ANSA alla cerimonia di inaugurazione, e' stato completamente rinnovato preservando pero' l'architettura e i dettagli, come i lampadari di cristallo e le lampade dorate.

Il numero delle camere, contraddistinte dall'arredamento italiano, e' stato quasi dimezzato (da 900 a 505 di varie categorie, oltre a 38 appartamenti per soggiorni lunghi) ma sono stati ricavati altri spazi suggestivi: cinque ristoranti (tra cui l'italiano 'Buono' e il primo ristorante iraniano di Mosca), una sala conferenze da 400 posti, una sala banchetti da mille persone e una palestra con una piscina olimpionica. Italiano anche il marmo bianco delle colonne.

Ma a rendere particolare uno degli alberghi piu' famosi di Mosca - testimone di eventi storici come il bombardamento della Casa Bianca, frequentato da attori come Marcello Mastroianni e Robert de Niro, e scenario di romanzi famosi come Gorky Park - e' anche l'aspetto culturale: una biblioteca con oltre 3000 libri in varie lingue e una galleria di ben 1200 quadri di pittori russi della prima meta' del XX secolo, esposti nelle camere e negli spazi comuni.

Un'altra chicca e' lo splendido diorama in fondo all'atrio che mostra com'era il centro di Mosca nel 1976, in scala 1:75 e con le variazioni della luce del giorno.

Quando fu ultimato nel 1957, con i suoi 34 piani e i suoi 206 metri di altezza, l'Ukraina era l'hotel piu' grande d'Europa, con una vista tuttora tra le piu' belle della capitale.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati