Percorso:ANSA > In Viaggio > Idee > NoFrills a Bergamo, si punta sul digitale

NoFrills a Bergamo, si punta sul digitale

Spazio anche alla trasformazione di Enit e portale Italia.it

26 settembre, 19:59

E' stata inaugurata a Bergamo la 14/a edizione di NoFrills, la fiera dedicata al turismo ospitata a Bergamo. L'evento inaugurale è stata la 'Digital Travel Summit Conference', con governo, istituzioni, associazioni e territorio seduti a un tavolo per dibattere di turismo digitale di sviluppo, finanziamenti e di legislazione europea per l'e-commerce. A moderare l'evento il direttore generale Federviaggio Francesco Sottosanti. Il passaggio al digitale, la trasformazione di Enit da ente sotto la legislazione pubblica a una nuova identità di diritto privato e la gestione da parte di Enit del portale Italia.it con una conseguente trasformazione dello stesso sono stati i focus dell'intervento di Cristiano Radaelli, commissario straordinario Enit.

 

"Vogliamo avere un portale che trasmetta sensazioni - ha affermato il commissario - non immagini statiche, e che offra prodotti specifici". E' necessaria "una promozione efficace e in grado di dare stimoli concreti ai turisti, con attività di marketing e di web marketing", cui sottende però un cambio culturale, che è anche operativo: "Tramite il portale vogliamo facilitare la possibilità di vendita da parte degli operatori". E se è vero che un numero limitato tra questi è in grado di mettere in vendita i propri prodotti, a prendersi cura di loro sarà proprio l'agenzia. "Nel giro dei prossimi giorni presenteremo al governo il piano editoriale" conclude Radaelli.

 

"Turismo digitale significa anche turismo esperienziale. Abbiamo imparato - sottolinea Alberto Corti, direttore generale Confturismo Confcommercio - che dobbiamo partire dal cliente e non dal prodotto. Il turismo digitale parte dal soggetto con le sue aspettative e a ciò si aggancia. Ma la legislazione europea al momento non aiuta: abbiamo un processo normativo che mal si sposa con le potenzialità del turismo digitale". Stefano Ceci, consigliere per il Turismo del ministero dei Beni Culturali e del Turismo, ha sottolineato l'inserimento nella legge 106 del tax credit, che rappresenta un'indubbia opportunità per l'intero settore: "Un provvedimento innovativo - afferma - che prevede uno sconto fiscale del 30% per le imprese singole e associazioni che fanno investimenti nel turismo digitale".

 

Ancora, la svolta digitale potente che Enit sta per fare, il potenziamento dal punto di vista della promozione commerciale di Italia.it, la tourist card nazionale che Enit metterà a punto e che dovrà essere uno strumento di pagamento: finalmente il turismo è entrato nelle "azioni e negli investimenti del Governo" commenta Ceci. "Il turismo - ha sottolineato il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori - è al centro del mio mandato. Bergamo, città storicamente manifatturiera, ha realizzato solo di recente di avere un potenziale dal punto di vista turistico, non solo come meta di itinerari di interesse storico, ma anche enogastronomico. Il mondo del web è irrinunciabile e il lavoro che stiamo facendo è proprio sull'innovazione tecnologica". Alla Digital Travel Summit Conference e' intervenuto anche Mohamed Abdel Gabbar, direttore dell'ente Egitto in Italia, che ha puntato l'attenzione sui "tanti turisti in Egitto provenienti dall'Italia e in particolare dal nord del Paese".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA