Percorso:ANSA > In Viaggio > Benessere > A spasso nelle terme toscane

A spasso nelle terme toscane

A Bagni di Lucca,Terme di Pisa e a Casciana tra le colline e il mare, per un weeek end di remise en forme

24 maggio, 14:50
Bagni di Lucca Bagni di Lucca

Amate già dagli etruschi e dagli antichi romani, le terme Bagni di Pisa (www.bagnidipisa.com) divennero note alla nobiltà di tutta Europa dal 1743, quando il Granduca di Toscana Francesco Stefano di Lorena ne fece la propria residenza termale estiva e un luogo d'incontro mondano che vide tra gli altri importanti ospiti, celebri personaggi quali Gustavo di Svezia, Giorgio IV d'Inghilterra, Vittorio Alfieri, Percy B. e Mary Shelley, Ibrahim Pascià, Il Cardinale di York, Carlo Goldoni. Ora i bagni sono tornati all'antico splendore , grazie ad un profondo intervento di architetti e design che hanno restituito un'anima alle mura di questa dimora storica.

Camminare sui passi degli ospiti illustri per i loggiati in cotto ornati da agrumi o arrivare attraverso il percorso benessere fino alla Kafe' Haus per perdere la vista fino al mare è un'esperienza unica e indimenticabile. Nella Grotta termale dei Granduchi ci si può immergere in una cavità naturale con un bagno a vapore di 38 gradi. E intorno le mete della Toscana doc: Volterra con i suoi racconti etruschi, San Gimignano con le sue torri, il parco di San Rossore, e naturalmente la costa della Versilia.  Per il 5-6 giugno una serie di inziative legate a terme Aperte.

I Bagni di Lucca, tra la montagna e il mare della Versilia. Tra le terme toscane e’ tra le più intimiste, non la grande spa, ma un ‘luogo’, scelto da poeti romantici come Byron e Shelley, che ne adoravano la quiete e la freschezza. La sua atmosfera incantò anche Montaigne e Heine.

All’interno delle terme bagni di Lucca (www.termebagnidlucca.it) un albergo elegante, un ristorante con la cucina tipica della Garfagnana, due stabilimenti, quello Jean Varraud e il Centro Ouida. E sempre all’interno due suggestive grotte naturali dove il vapore ha la temperatura di 40-47°. Ci si può concedere trattamenti a base di sale puro marino e scaglie di mandorle. Ma anche idromassaggi al siero di latte di capra, e massaggi con una crema prodotta esattamente con lo stesso procedimento della panna montata.

Per un weeek end di remise en forme, ci sono anche le 'passeggiate toscane' a Bagni di Lucca, con i suoi caffè e il suo casinò riaperto nel 2009, i suoi ristoranti e suoi bei palazzi, dal fascino un po’ fane’. Bellissima Barga, già presidio longobardo, città di Pascoli, dove si respira una vivacità culturale di dimensione europea, interessante anche Castelnuovo Garfagnana che conserva molti edifici del X secolo tra cui il Duomo e la bella rocca. E ancora il ponte del Diavolo sul Serchio con la sua storia-leggenda, quel fenomeno della natura che è la Grotta del Vento, 4 km esplorati sotto terra tra stalattiti e stalagmiti che decorano caverne, laghi e colate a picco nel buio; impressionante per le sue pareti scavate dalle acque anche l’Orrido di Botri, in parte percorribile con la guida e dove possono scorgersi le aquile che nidificano in alto. Per i golosi, c'è il mondo dei sapori della Garfagnana che vanta molti prodotti tipici e presidi slow food.

Passeggiando tra le terme toscane, si possono scoprire le acque termali dei Bagni di Casciana che aderisce al programma terme aperte il 5-6 giugno www.termedicasciana.it. Antichissime, risalenti al X secolo quando in un maniero che dominava la Valle di Casciana stabilì la sua residenza la Contessa Matilde di Canossa. Una popolare leggenda del luogo recita che la Contessa Matilde possedesse un merlo, molto amato, ma ormai malato. Abbandonato al suo destino, il merlo scomparve per qualche tempo dal maniero per ripresentarsi perfettamente ristabilito.

Curiosa di sapere a che cosa era dovuta questa trasformazione, la Contessa fu informata da uno scudiero che il merlo era solito bagnarsi nell’acqua fumante di un ruscello che scorreva a valle. Leggenda o meno, non vi è dubbio che fu la Contessa Matilde di Canossa a far costruire, nel 1112, uno stabilimento termale per pubblici bagni a beneficio dei malati di reumatismi proprio a Casciana. E in suo ricordo, è stata dedicata la sorgente Mathelda, da dove sgorga un’acqua alla temperatura di 35,7 gradi centigradi, la stessa temperatura del corpo umano. Poi l'impianto subì vari interventi tra il 1600 e il 1800, mentre si propagava la leggenda che le acque di Casciana possedessero le capacità di far ringiovanire.

Oggi l'assetto attuale permette comunque di vedere le antiche strutture a partire dalla facciata neoclassica risalente a l 1870, agli ori o al Gran Caffè delle terme con i suoi affreschi, riaperto al pubblico dopo tre anni di restauro. Nelle nuove strutture, gli spazi dei bagni e un Centro Benessere. Si può alloggiare in una villa padronale del 1700, alle Terme Villa Borri un vero e proprio gioiello,accedendo al centro benessere termale percorrendo semplicemente pochi metri del parco privato che raccoglie l’intero complesso. E tutto intorno le Colline Pisane: un enclave splendida della Toscana poco distante dal mar Tirreno, immersa ancora nella pace di una natura dal fascino immacolato.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati