Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Rinnovabili > Un po' d'Italia nei pannelli che 'inseguono' il sole in Cile

Un po' d'Italia nei pannelli che 'inseguono' il sole in Cile

Uno dei più grandi impianti con questa tecnologia nel mondo

18 febbraio, 13:06
Tecnologia che consente ai pannelli fotovoltaici di inseguire il sole (foto: Converti Italia) Tecnologia che consente ai pannelli fotovoltaici di inseguire il sole (foto: Converti Italia)

Ci sarà una tecnologia italiana che consente ai pannelli fotovoltaici di 'inseguire il sole' nell'impianto fotovoltaico Carrera Pinto, nella regione dell'Atacama in Cile, uno dei più grandi per capacità nel mondo con tecnologia cosiddetta 'a inseguimento monoassiale', che sarà realizzato entro il 2015. Convert Italia, l'azienda che opera nel settore delle energie rinnovabili, si è infatti aggiudicata una commessa per la fornitura di 97 MW d'inseguitori solari monoassiali per l'impianto fotovoltaico che sarà realizzato dal general contractor Progetti International del Gruppo Merloni.

Questa tecnologia denominata 'TRJ TK' (Tracking Roller Joint) è un kit di movimentazione sviluppato da Convert Italia, perfettamente integrabile con le comuni strutture d'installazione monopalo e creato con lo scopo di massimizzare l'efficienza dell'impianto fotovoltaico in termini energetici e economici. Il kit è capace di rendere a inseguimento strutture fisse con una facilità e rapidità di montaggio maggiore rispetto ad altri. Il TRJ TK è modulare e può, inoltre, recuperare il margine d'errore creato dal fissaggio del pannello nel terreno incrementando la resa energetica del 25% circa. L'area interessata ha un'estensione di circa 180 ettari e si trova a 60 km a nord della città di Copiapó, capitale della regione desertica dell'Atacama, nella parte settentrionale del Cile.

"Il mercato del fotovoltaico in Cile - spiega Giuseppe Moro - sta crescendo molto rapidamente. Due anni fa la potenza installata non arrivava a 4 MW e c'erano 70 MW in costruzione. Ora ci sono 170 MW già operativi e 170 in costruzione mentre altri 800 MW sono in programmazione per il 2016. Questo Paese - aggiunge Moro - si presenta come una delle nazioni più interessanti per gli investimenti nel settore fotovoltaico. C'è un piano di crescita della percentuale di energia prodotta da fonti rinnovabili non convenzionali che prevede di portarla dal 5% del 2014 al 20% nel 2025 grazie anche a una serie di politiche a sostegno di quest'obiettivo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA