Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Rinnovabili > Enel:a Brindisi primo impianto pilota 'azzera emissioni' CO2

Enel:a Brindisi primo impianto pilota 'azzera emissioni' CO2

Stoccaggio con Eni a Piacenza. Conti, un passo importante

01 marzo, 18:29
(ANSA) - BRINDISI, 01 MAR - E' stato inaugurato oggi da Enel il primo ''impianto pilota'' in Italia per la cattura ed il sequestro dell'anidride carbonica, presso la centrale termoelettrica Federico II a Cerano (Brindisi). Un ''prototipo'' con cui Enel avvia il primo test della tecnologia ''azzera-emissioni'' sostenuta dall'Europa (che ha finanziato con 100 milioni il progetto pilota di Brindisi, che entrera' in esercizio dal 2012, e le attivita' preliminari alla realizzazione di un impianto dimostrativo a Porto Tolle, dove ci sara' la prima applicazione su scala industriale).

Il progetto, realizzato nell'ambito di un accordo con Eni, prevede trasporto e stoccaggio della co2 ''catturata'' a Brindisi presso il sito di Cortemaggiore (Piacenza) della societa' petrolifera, dove sara' ''iniettata e immagazzinata'' nel sottosuolo, in un giacimento di gas esaurito e gia' utilizzato per lo stoccaggio di metano.

Per l'amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, ''e' un passo importante nello sviluppo delle nuove tecnologie su cui si costruira' il futuro energetico del mondo''; con rinnovabili e nucleare questo tipo di tecnologia, che permette di continuare ad utilizzare combustibili fossili eliminando ''drasticamente'' le emissioni di Co2 (non nocive ma tra le cause principali dell'effetto serra), ''sara' - dice Conti - una delle risposte vincenti alla sfida di avere energia abbondante rispettosa dell'ambiente''.(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati