Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Rifiuti & Inquinamento > Ecoself 'itinerante' per i rifiuti speciali

Ecoself 'itinerante' per i rifiuti speciali

Progetto Hera parte da Forlì per aumentare differenziata

16 luglio, 21:11
Hera: a Forlì la stazione ecologica arriva sotto casa Hera: a Forlì la stazione ecologica arriva sotto casa

ROMA - Si chiama Ecoself ed è un contenitore hi-tech itinerante, che funziona come un fai da te con la tessera sanitaria, in cui i cittadini potranno buttare tanti tipi di rifiuti, senza bisogno di recarsi ai centri di raccolta.

E' un nuovo progetto di Hera per incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti e il servizio parte oggi a Forlì.

Ecoself può ricevere dalla carta alla plastica, passando per i rifiuti urbani pericolosi, quelli elettronici e l'organico. Un modo - spiega il gruppo - per andare incontro alle esigenze dei residenti e dell'ambiente, visto che le stazioni ecologiche sono considerate l'opzione più sostenibile e di minore impatto per la raccolta dei rifiuti urbani. Il nuovo contenitore è stato presentato questa stamattina nella città romagnola alla presenza dell'assessore alla Qualità ambientale del Comune di Forlì Alberto Bellini e dei dirigenti Hera.

Il contenitore itinerante fa parte di una sperimentazione innovativa della multiutility e a Forlì andrà a potenziare il servizio delle tradizionali stazioni ecologiche. In questo modo, tutti i rifiuti verranno destinati al recupero, al riciclo o allo smaltimento controllato, aumentando ancora di più la raccolta differenziata in città, che viaggia già intorno al 54% (dati 2012). Facilmente identificabile, Ecoself è a disposizione dei cittadini di Forlì dieci ore al giorno, dalle 7 alle 17, e sosta in alcune vie delle zone già interessate dal servizio di raccolta rifiuti porta a porta, secondo un dettagliato calendario.

Si apre con la tessera sanitaria e l'utilizzo è semplice: basta toccare il display, avvicinare la tessera al lettore ottico e seguire le istruzioni riportate a video. Questo permette la tracciabilità dei rifiuti, cioè la possibilità di seguirli nel loro percorso dal cittadino all'impianto di recupero, assicurando così il controllo totale della filiera.

All'Ecoself si possono portare accumulatori al piombo (es.batterie auto), carta e cartone, contenitori contaminati e imballaggi etichettati T e/o F, olio alimentare (es. da cucina, da conferire in bottiglie di plastica), organico (scarti alimentari), pile e batterie per telefoni cellulari, plastica/lattine, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche come piccoli elettrodomestici, giocattoli elettrici ed elettronici, telefoni cellulari, apparecchi per informatica e telecomunicazioni in genere, lampade a basso consumo e neon.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA