Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Rifiuti & Inquinamento > Solo 18% piccoli elettrodomestici smaltito bene

Solo 18% piccoli elettrodomestici smaltito bene

Ecolight,phon e telefonini finiscono spesso nell'indifferenziata

11 febbraio, 12:56
Solo 18% piccoli elettrodomestici smaltito bene Solo 18% piccoli elettrodomestici smaltito bene

ROMA - Che siano asciugacapelli o tostapane, radio o telefonini, una volta chiuso il loro ciclo di vita fanno quasi tutti la stessa fine: nel sacco della spazzatura indifferenziata. Lo denuncia il consorzio Ecolight, secondo cui solo il 18% dei piccoli elettrodomestici e dell'elettronica di consumo, quando viene gettato via, segue il corretto percorso di raccolta e smaltimento.

Questi tipi di rifiuti sono classificati come raggruppamento R4 dei Raee, i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche. Sono composti prevalentemente da ferro e plastica e riciclabili al 97%. Nel 2012 in Italia ne sono state raccolte quasi 39mila tonnellate - di cui 15mila tonnellate gestite da Ecolight - contro le circa 200mila tonnellate di piccoli elettrodomestici che sono stati immessi sul mercato.

''Anche se esiste l'obbligo di differenziarla, intercettare questa tipologia di rifiuto e' complesso'', afferma Giancarlo Dezio, direttore generale di Ecolight. ''Dove mettiamo il frullatore quando non funziona piu'? E che fine fanno i phon, le radio o i cellulari quando non vanno? In molti casi vengono messi in qualche remoto cassetto di casa, per poi essere gettati senza cura quando danno fastidio''.

Al momento, spiega Dezio, il cittadino ha due strade per smaltire correttamente questi oggetti: portarli nelle piazzole ecologiche del comune di residenza, o lasciarli in negozio quando si va a comprare l'apparecchio nuovo sostitutivo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA