Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Natura > Villa Medici e Giardino di Ninfa i parchi più belli d'Italia

Villa Medici e Giardino di Ninfa i parchi più belli d'Italia

Nel Lazio i vincitori del 2015. Menzione per giardino Salento

21 ottobre, 12:58
Giardino di Ninfa (Archivio fotografico Fondazione Roffredo Caetani - Foto S. Manfredini) Giardino di Ninfa (Archivio fotografico Fondazione Roffredo Caetani - Foto S. Manfredini)

Il Giardino di Ninfa, in provincia di Latina, che nasce sulle rovine dell'antica città omonima, e Villa Medici a Roma: sono entrambi nel Lazio i vincitori della XIII edizione del "Parco più bello d'Italia", rispettivamente nelle categorie parchi privati e parchi pubblici. Ad aggiudicarsi la menzione speciale è invece stato il Giardino botanico della cultura a Giuggianello (Lecce), mentre Villa Serra a Sant'Olcese (Genova) ha ottenuto il premio della giuria popolare.

Sulla collina del Pincio, accanto a Trinità dei Monti, il giardino di Villa Medici si estende per più di sette ettari e conserva ancora oggi in gran parte l'aspetto del XVI secolo. Fu impiantato dal cardinale Ricci da Montepulciano e poi ampliato e trasformato dal nuovo proprietario, il cardinale Ferdinando de' Medici che, completati i lavori, fece aggiungere un nuovo asse nord-sud per collegare il giardino al Parnaso, una piccola collina artificiale con le rovine di un tempio antico. Il parco, con i lecci secolari e il fitto tappeto di acanto del boschetto, è stato di recente restaurato, così come il giardino, punteggiato da statue e fontane.

Il Giardino di Ninfa è stato creato nel XVI secolo dal cardinale Nicolò III Caetani e arricchito a fine Ottocento con cipressi, lecci, faggi e rose. Nel suo aspetto odierno, gli otto ettari di giardino ospitano oltre 1.300 piante diverse tra cui molti magnolie, prunus e rose rampicanti, in un connubio tra le architetture in rovina della città abbandonata e la natura che la avvolge.

Oltre ai due vincitori ufficiali, la giuria ha assegnato quest'anno una menzione speciale a un giardino del Salento, ubicato in un territorio nel quale gli ulivi secolari sono fortemente compromessi dalla diffusione del batterio Xylella. Il Giardino botanico della cultura di Giuggianello è un'antica tenuta di campagna costruita nel classico stile rurale di fine Ottocento, che oggi ospita una ricca raccolta di piante rare e tropicali. Il voto popolare ha invece premiato Villa Serra di Sant'Olcese, un elegante parco all'inglese esteso per nove ettari sul fondovalle pianeggiante del Rio Comago.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA