Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Natura > Gufi che passione, al via festival

Gufi che passione, al via festival

Dal 31 maggio a 2 giugno nella suggestiva cornice del castello di Grazzano Visconti (Piacenza)

15 maggio, 12:28
Il Gufo delle nevi in volo (Foto: Fabrizio Moglia) Il Gufo delle nevi in volo (Foto: Fabrizio Moglia)

Una tre giorni dedicata alla scoperta del mondo dei gufi nella suggestiva cornice di Grazzano Visconti, in provincia di Piacenza, nel borgo e nel parco del castello omonimo. Dal 31 maggio al 2 giugno torna il Festival dei Gufi, maxi evento per collezionisti, appassionati, artisti, fotografi e semplici curiosi del mondo notturno di questi rapaci.

L'obiettivo del festival prima che turistico è naturalistico: Noctua, che organizza la kermesse insieme al Gruppo italiano Civette, punta alla salvaguardia della natura selvatica di queste specie protette che devono vivere libere nel loro habitat e mai in cattività, salvo casi eccezionali per cui non possono più volare a causa di problemi fisici. A dare il benvenuto ai visitatori sarà il biologo della trasmissione tv "Geo & Geo", Francesco Petretti, che insieme ad altri esperti racconterà qualcosa di nuovo sui gufi.

Ovviamente non potranno mancare gufi in carne e ossa: per tutta la durata del Festival si potranno ammirare diverse specie di rapaci notturni dal vivo. Non sono previsti spettacoli di falconeria ma un'iniziativa particolare per fotografare in azione questi animai col cannocchiale e portare a casa i propri scatti. I visitatori potranno vedere il Gufo reale (il gufo più grande del mondo), l'Allocco di Lapponia, l'Allocco degli Urali, il Barbagianni, l'Allocco, il Gufo reale del Bengala e la civetta.

Oltre a seminari e incontri, su una superficie di oltre 30 ettari il festival propone più attività collaterali. Intanto il "Gufo shop", uno dei maggiori mercati di gufi da collezione realizzati in ogni materiale e con pezzi lavorati da artigiani provenienti da tutta Europa. C'è anche la gara di "body painting" internazionale che chiama a raccolta artisti italiani e stranieri che dipingeranno i corpi di modelle e modelli a tema gufo e civette. I visitatori potranno seguire per oltre sei ore tutte le fasi di questo concorso fino alla sfilata del tardo pomeriggio. I bambini sono grandi protagonisti nella sezione a loro dedicata: Gufolandia, un'area a scopo didattico – per i "gufologi" in erba – ma anche ludica, dove saranno organizzate cacce al tesoro e attività artigianali con cartapesta, legno e marionette. Evento speciale di quest'anno sono due mostre fotografiche che dopo il festival diventeranno itineranti: una è "Strigiformes" – dedicata ai 13 rapaci notturni che vivono in Europa (Strigiformi è il nome scientifico con il quale vengono classificati come ordine tutti i rapaci notturni del mondo) e realizzata con fotografie di alcuni dei migliori fotografi italiani, europei e americani – che sarà affiancata da una speciale performance di danza, lo spettacolo "DaNeGu" ispirato all'immobilità e alla fierezza del Gufo delle Nevi. L'altra è proprio una mostra sul Gufo delle nevi, con scatti di Fabrizio Moglia, considerato fra i migliori fotografi naturalisti italiani.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA