Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Istituzioni e UE > Eurodeputati verso stop nuove regole 'uso' Ogm singoli Paesi

Eurodeputati verso stop nuove regole 'uso' Ogm singoli Paesi

La Via, usare norme esistenti. De Castro, sì a nuovo biotech

11 ottobre, 15:46
BRUXELLES - L'Europarlamento si avvia verso la bocciatura definitiva del nuovo regolamento Ue che lascia ai 28 Stati membri la possibilità di limitare o proibire 'l'uso' di organismi geneticamente modificati (Ogm) sul proprio territorio, anche se autorizzati a livello comunitario. Dopo lo stop del parere della commissione Agricoltura, ora tocca al voto martedì prossimo in commissione Ambiente e poi e quello in plenaria alla fine del mese. Tutti i gruppi politici sono contrari, così come il Consiglio Ue, che all'ultima riunione dei ministri dell'Agricoltura europei ha espresso una critica dietro l'altra.

E in casi come questo la Commissione europea non può che prendere atto della volontà dei colegislatori e ritirare la sua proposta, che ricalcava il modello di quella sulla coltivazione.

I Paesi Ue fino adesso hanno avuto la possibilità di esprimersi con 67 pareri su cibi e mangimi Ogm, senza mai raggiungere una maggioranza qualificata, lasciando così 'il cerino' in mano all'esecutivo Ue, che con questo regolamento ha cercato di tirarsi fuori dall'impasse. Nel frattempo circa l'80% della soia che l'Ue impiega ogni anno per gli allevamenti è già Ogm. "La legislazione c'è, sono gli Stati membri che non vogliono prendersi la responsabilità" di autorizzare l'uso di nuovi Ogm, ricorda il presidente della commissione ambiente e relatore del dossier, Giovanni La Via (Ppe). "Bocciata la proposta, tutto rimane com'è, ma si spera si avvii una riflessione sulle nuove biotecnologie: il Frankenstein food non esiste più" aggiunge Paolo De Castro, coordinatore per il gruppo S&D della commissione agricoltura del Parlamento europeo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA