Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Istituzioni e UE > Canete, impegni su clima Parigi ora coprono 57% CO2 globale

Canete, impegni su clima Parigi ora coprono 57% CO2 globale

Appello a Brasile, Colombia, Indonesia e a superare divisioni

23 luglio, 19:42
(ANSA) - BRUXELLES, 23 LUG - Gli impegni già messi sul tavolo in vista della prossima conferenza Onu sul clima di Parigi "al momento sono di 46 Paesi, che coprono il 57% delle emissioni globali". A dare le cifre il commissario europeo al clima, Miguel Arias Canete, al termine del Consiglio informale ambiente oggi a Lussemburgo. I 28 Stati membri hanno fatto il punto in vista dell'appuntamento clou di fine anno e adotteranno una posizione comune al prossimo Consiglio ambiente di settembre.

Canete ha sottolineato quindi che i lavori Onu vanno nella giusta direzione, "a differenza del trattato 'Kyoto 2', che copre solo il 15% della CO2, con 41 Paesi coinvolti". Ora "abbiamo una cifra rilevante di emissioni sul tavolo, ma aspettiamo altre economie come Brasile, Colombia e Indonesia" ha aggiunto il commissario europeo al clima, affermando che "l'Ue incoraggia tutte le altre parti".

Quanto ai negoziati, in merito alle proposte dell'Ue (che includono un trattato vincolante, 60% di riduzione di CO2 per il 2050 rispetto ai livelli del 2010 e revisione ogni cinque anni) "mi incoraggia vedere che stanno diventando materia di discussione" ha detto Canete. Ciò non toglie il fatto che "i negoziati sono difficili: dobbiamo lavorare ad un testo con oltre 80 pagine e restano solo una decina giorni di colloqui prima di Parigi", ha avvertito il commissario Ue al clima. Dal punto di vista politico infine, secondo Canete molto dipenderà dalla capacità di superare "la storica divisione fra Paesi industrializzati e gli altri: tutti devono contribuire in base alle propria capacità e occorre avanzare rispetto alla posizione iniziale". (ANSA)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA