Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Istituzioni e UE > Wwf, dopo la legge su Ecoreati creare una polizia ambientale

Wwf, dopo la legge su Ecoreati creare una polizia ambientale

Solo così prevenzione e contrasto efficaci

20 maggio, 16:57
Wwf, dopo la legge su Ecoreati creare una polizia ambientale Wwf, dopo la legge su Ecoreati creare una polizia ambientale

Il Wwf plaude all'approvazione della legge che introduce nel codice penale i nuovi delitti ambientali e annuncia che ora intende intraprendere una nuova battaglia nell'ambito dei provvedimenti attuativi della riforma della pubblica amministrazione: costituire un corpo specializzato di Polizia Ambientale. Solo in questo modo, spiega il Wwf, "si può pensare di prevenire in maniera efficace e contrastare il crimine ambientale sempre più sofisticato e organizzato". Quanto al via libera definitivo alla legge sugli ecoreati, l'associazione del panda osserva che "dopo troppi anni di ritardo viene premiata finalmente la tenacia del Wwf che, spesso inascoltato, si è battuto affinché nel nostro ordinamento non fossero sanzionate con mere contravvenzioni le condotte lesive della salute dei cittadini e dell'integrità dell'ambiente. Semplici contravvenzioni che si sono rivelate in questi anni totalmente inadeguate a contrastare una criminalità, spesso anche mafiosa, in costante crescita nel settore degli illeciti ambientali". La magistratura, "seppure con ritardo - osserva il Wwf - può ora contare su strumenti adeguati per contrastare gli illeciti in campo ambientale. La guardia non può tuttavia essere abbassata: occorre recuperare il tempo perduto nei confronti di una criminalità in campo ambientale che non arresta la sua ascesa. Ciò soprattutto per il vantaggioso rapporto costi-benefici: massimo profitto criminale (stimato in circa 15 miliardi di euro l'anno) assicurato dalla pressoché totale impunità fino ad oggi garantita".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA