Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Istituzioni e UE > Dove c'era baraccopoli amianto, un parco 4 ettari vista mare

Dove c'era baraccopoli amianto, un parco 4 ettari vista mare

'Sbitri',gestito a Brindisi da consorzio oasi Wwf Torre Guaceto

28 agosto, 19:47
Sbitri (www.brindisioggi.it) Sbitri (www.brindisioggi.it)

BRINDISI - Un polmone verde di 40 mila metri quadri, gestito dal consorzio di Torre Guaceto, l'oasi marina protetta Wwf del Brindisino, sarà inaugurato domattina alle 11 in località Sbitri, sulla costa a nord di Brindisi dove fino al 2007 si trovava una baraccopoli di amianto.

L'area a verde sorge dove un tempo c'era una polveriera smantellata negli anni Settanta, circondata da strutture di servizio. Immediatamente dopo la dismissione le costruzioni furono trasformate in villette con vista mare dagli 'abusivi', famiglie intere che le occuparono senza averne titolo in quanto la proprietà era del Demanio militare.

Nel maggio del 2007 fu ordinato lo sgombero: la procura della Repubblica delegò i vigili urbani di eseguire un sequestro e la contestuale demolizione dei fabbricati. Furono denunciati in 48, tutti coloro che si erano impossessati senza averne titolo dei locali trasformati in abitazioni. Si scoprì allora che i tetti di case in cui per anni avevano trascorso le vacanze intere famiglie erano fatti di amianto che, sbriciolato dalle ruspe, è rimasto per anni a cielo aperto a due passi dalla spiaggia. La bonifica è iniziata lo scorso gennaio, dopo che l'area è entrata nella disponibilità del Comune sulla base del piano delle coste. L'intera opera, inclusa la realizzazione del parco, è costata 500.000 euro del piano di tutela ambientale della Regione Puglia, gestiti dal Comune di Brindisi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA