Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Consumo & Risparmio > Commercialisti, misure ad hoc per post calamità naturali

Commercialisti, misure ad hoc per post calamità naturali

Serve normativa generale per affrontare ricostruzioni

22 ottobre, 12:34
Per gestire nel miglior modo possibile tutte le fasi che fanno seguito a calamità naturali è "necessario prevedere una norma di carattere generale che contenga e stabilisca tutte le disposizioni emergenziali da applicare uniformemente ed automaticamente sulla base di un provvedimento che si limiti a dichiarare lo stato di emergenza". Così il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec), rappresentato dal consigliere con delega alla finanza aziendale, Antonio Repaci, in occasione di un'audizione in commissione parlamentare Semplificazione.

Partendo da questa premessa i commercialisti avanzano la proposta di creare dei "concorsi tra professionisti, imprese e privati" con format prestabiliti, in modo da assicurare una "più efficace ed efficiente gestione dei fondi" pubblici per, ad esempio, interventi di ristrutturazione. Il Consiglio ipotizza quindi un consorzio ad hoc, a cui prenderebbero parte sia i proprietari degli immobili danneggiati che i professionisti (commercialisti, ingegneri e avvocati). Per fa fronte all'emergenza il Consiglio suggerisce anche "la previsione di un fondo di garanzia per le Pmi", così da permettere alle imprese di "accedere sia a forme di finanziamento a breve (come anticipo fatture), che di medio e lungo termine (quali i mutui)".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA