Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Clima > Clima, eventi estremi colpiranno 325 mln poveri nel mondo

Clima, eventi estremi colpiranno 325 mln poveri nel mondo

Studio, siccità e nubifragi minano sforzi per eradicare povertà

18 ottobre, 17:36
Incendi nel Bangladesh Incendi nel Bangladesh

ROMA - Gli eventi estremi causati dal cambiamento climatico, in primis la siccità, nel 2030 metteranno a rischio fino a 325 milioni di persone che vivono in condizioni di estrema povertà, nei Paesi più esposti a tali fenomeni, soprattutto in Asia meridionale e nell'Africa subsahariana. E' quanto emerge dal rapporto ''Geografia della povertà: disastri ed eventi climatici estremi nel 2030'' pubblicato dall'Overseas Development Institute.

''Il cambiamento climatico e l'esposizione ai disastri 'naturali' minacciano di far deragliare gli sforzi internazionali per eradicare la povertà estrema entro il 2030'', si legge nel documento. ''Con l'aumento delle temperature, molti dei cittadini più poveri e più vulnerabili del mondo dovranno affrontare i crescenti rischi collegati a siccità più intense o prolungate, nubifragi e forti ondate di calore''.

Secondo i ricercatori britannici sono undici le nazioni che nel 2030 conteranno più poveri, una maggiore esposizione agli eventi estremi e una capacità inadeguata di fronteggiarli: Bangladesh, Repubblica democratica del Congo, Etiopia, Kenya, Madagascar, Nepal, Nigeria, Pakistan, Sudan, Sudan del Sud e Uganda.

''La gestione dei rischi legati agli eventi estremi dovrebbe essere una componente chiave degli sforzi per ridurre la povertà'', sostengono gli esperti, secondo cui ''è necessario identificare e quindi agire nelle aree in cui c'è una maggiore concentrazione di poveri e di rischi legati al cambiamento climatico''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA