Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Acqua > Top news > Acqua: Galletti,è emergenza;sarebbe omicidio non intervenire

Acqua: Galletti,è emergenza;sarebbe omicidio non intervenire

Serve strategia ad hoc per cambio culturale e piano industriale

03 ottobre, 15:32
Acqua: Galletti,è emergenza;sarebbe omicidio non intervenire Acqua: Galletti,è emergenza;sarebbe omicidio non intervenire

"Se la scienza ci dice che questo è il problema, non intervenire sarebbe un omicidio della politica, un atto gravissimo contro l'umanità. E' un'emergenza non dei nostri nipoti ma è la nostra emergenza e dei nostri figli". Così il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti parlando del problema 'acqua' e del suo "stretto legame con i cambiamenti climatici", intervenendo a Montecitorio ad un convegno sulla gestione delle risorse idriche. "Lo dico al Paese: quella dell'acqua va gestita come un'emergenza - spiega Galletti - serve una strategia apposita che comprenda un cambio culturale e una nuova pianificazione industriale". 

"E' un problema globale ed è un problema anche per il nostro Paese - osserva Galletti - ci si deve interrogare, dobbiamo capire che le risorse che per anni abbiamo considerato illimitate stanno invece per finire: hanno una loro limitatezza naturale". "Questo ci impone delle scelte drastiche, anche culturali, che riguardano il mondo dell'economica, le comunità sociali, tutti - dice poi il ministro - siamo impegnati come ministero in prima linea, a livello nazionale e internazionale. Siamo molto ambiziosi in Europa per i target di riduzione della CO2 contro i cambiamenti climatici e anche sui temi delle risorse idriche - prosegue - Lo siamo anche nel nostro Paese e lo facciamo attraverso interventi mirati come quelli contro il rischio idrogeologico, ma lo facciamo anche e soprattutto dal punto di vista culturale, con una serie di interventi a partire dalle scuole per ricordare a tutti che è importante rispettare l'ambiente a partire dalle risorse idriche".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA