Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Acqua > Dalle Regioni > Acqua: a Napoli ecco Abc, la nuova societa' pubblica

Acqua: a Napoli ecco Abc, la nuova societa' pubblica

Prima in Italia e seconda in Europa dopo Eau de Paris

22 novembre, 15:04
(Archivio) (Archivio)

NAPOLI - ABC e' l'acronimo della nuova societa' di gestione dell'acqua a Napoli, presentata oggi durante un incontro a Palazzo San Giacomo. Acqua Bene Comune e' una struttura societaria totalmente pubblica che sostituisce la Arin Spa.

L'atto amministrativo rientra nella politica della Giunta comunale del sindaco Luigi de Magistris, che ha sempre sostenuto il referendum del 2011 sull'acqua pubblica e all'indomani del risultato referendario, con 27 milioni di italiani che si espressero contro la privatizzazione dell'acqua, annuncio' la trasformazione della societa' di gestione.

L'Abc e' la prima societa' di diritto pubblico in Italia che gestisce l'acqua in citta' e nasce dopo la Eau de Paris altra realta' europea. ''Noi abbiamo impiegato solo un anno e mezzo, a Parigi ci sono voluti cinque anni, per trasformare la societa' in un ente totalmente pubblico e democratico'', ha detto l'assessore Alberto Lucarelli che poi ha aggiunto: ''Abbiamo realizzato cio' che 27 milioni di italiani hanno chiesto con il referendum, siamo pionieri in questa direzione e gia' ci sono interessamenti di altre citta' d'Italia a seguire il nostro modello''.

La nuova struttura prevede un Cda composto di 5 persone due delle quali indicate dalle associazioni ambientaliste.

Ci sara' anche il Comitato di Sorveglianza, sara' approvata domani la deliberazione relativa, che prevede la presenza di 5 membri del Consiglio Comunale, 5 delle associazioni ambientaliste e 5 rappresentanti dei lavoratori. Il comitato sara' operativo tra circa quaranta giorni, quando sara' varato anche il nuovo Cda.

Attualmente la presidenza della Abc e' affidata all'ex vicepresidente dell'Arin, Ugo Mattei, succeduto al dimissionario Maurizio Barracco. L'amministratore Delegato e' Alberto Pietrobon. Il Cda dell'Abc ha gia' approvato un importante provvedimento di spending review con la riduzione della spesa di circa 100mila euro derivata dalla cancellazione del benefit auto.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA