Elezioni Amministrative 2012

L'Aquila conferma Cialente, sfiora 60%

Ottenne 53% a 1/o turno 5 anni fa. Proseguira' impegno post sisma

21 maggio, 20:16
Massimo Cialente
Massimo Cialente
L'Aquila conferma Cialente, sfiora 60%

L'AQUILA - Alle urne con 35 mila votanti, il 58% del totale, due punti in più della media regionale nonostante la diaspora post-sisma che ancora dura, L'Aquila ha confermato il sindaco uscente, Massimo Cialente. Cinque anni dopo l'elezione al primo turno con il 53%, al ballottaggio Cialente ha sfiorato il 60% dei voti (59,19). Premiata, dunque, la ricandidatura del primo cittadino, che pure era stata contrastata nelle primissime battute. Dapprima con il Pd, che infatti sembrava volesse scegliere un altro candidato, Giovanni Lolli; poi, con le primarie di coalizione, aspre ma vinte agevolmente da Cialente contro Vittorio Festuccia (Sel), infine con il distacco dell'Italia dei valori dal centrosinistra per andare a sostenere la corsa solitaria di Angelo Mancini. Un appoggio, quello dei dipietristi, recuperato solo per il secondo turno. Dall'altro lato, non è riuscito il miracolo a Giorgio De Matteis (Mpa), vice presidente del Consiglio regionale d'Abruzzo, che si è fermato a poco più del 40% dei voti (40,80), un risultato inferiore alle aspettative: nei mesi scorsi il candidato del movimento "L'Aquila Città Aperta" ha spaccato il centrodestra, riducendo ai minimi termini il Pdl, che all'Aquila ha avuto una debacle peggiore di quella nazionale. Provando ad aggregare pezzi di partiti (dalla Destra ai Verdi) e società civile, ha vinto facilmente al primo turno la sfida fratricida con Pierluigi Properzi, candidato del Popolo della libertà e della lista civica "Domani L'Aquila". De Matteis ha poi condotto una campagna elettorale tutta all'attacco contro Cialente, nella consapevolezza di dover strappare qualche consenso all'avversario, ma soprattutto di dover convincere gli elettori di centrodestra ad andare a votarlo più di quanto non lo avessero fatto al primo turno.

Anche perché, mentre il 6 e 7 maggio Cialente aveva trascinato la coalizione, prendendo il 3,5% dei voti in più rispetto alle sue liste, al contrario De Matteis era andato di 3,6 punti sotto la somma dei suoi partiti. Alla fine alcuni messaggi lanciati da Cialente sono stati premiati: l'aver affermato che, cambiando sindaco, i tempi di "ambientamento" alla sedia più alta e scomoda del Comune avrebbero causato un ulteriore slittamento dell'avvio della ricostruzione pesante post sisma in una fase cruciale; l'aver evidenziato che, per il gioco dei numeri dopo gli apparentamenti, solo con la sua vittoria sarebbero entrate in Consiglio le liste civiche di Vincenzo Vittorini ed Ettore Di Cesare, le novità della tornata 2012. Forse, poi, ha premiato Cialente anche l'aver definito, a cadenza martellante, il suo avversario candidato dei poteri forti e della struttura commissariale. Ora l'agenda del rieletto si fa subito fitta: mercoledì incontro con lo stesso commissario per la ricostruzione, Gianni Chiodi, e soprattutto con il ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, nuovo grande interlocutore governativo per il post terremoto. Quindi, la formazione della nuova Giunta e, infine, l'avvio del nuovo piano regolatore, quello che, nel corso della campagna, Cialente ha promesso sarà il primo provvedimento fondante del nuovo mandato.

Top News

    • 13:09
    • 09 apr
    • ROMA

    Fecondazione eterologa, cade il divieto

    La Corte Costituzionale lo hanno dichiarato illegittimo
    • 12:09
    • 09 apr
    • MILANO

    Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

    Segue Unicredit (196), ma su parametri patrimoniali impatto soft
    • 11:40
    • 09 apr
    • VATICANO

    Papa: tacciano le armi in Siria

    Dolore per assassinio gesuita Van der Lugt e per vittime guerra
    • 10:43
    • 09 apr
    • MILANO

    Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

    E' cominciato il processo d'appello bis, Stasi è in aula
    • 09:03
    • 09 apr
    • MILANO

    Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

    Identico aumento per l'indice Ftse All share
    • 09:00
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano,un morto su barcone

    Continuano sbarchi, 4.000 migranti soccorsi in ultime 48 ore
    • 07:01
    • 09 apr
    • ROMA

    Mafia, colpo a cosche in E-R

    Operazione cc regione e Crotone,13 ordinanze,sequestro da 13 mln
    • 06:36
    • 09 apr
    • ISLAMABAD

    Pakistan:bomba a mercato,almeno 15 morti

    Ordigno ad alto potenziale in zona controllata forze sicurezza
    • 01:05
    • 09 apr
    • ROMA

    Immigrazione: Alfano, è allarme sbarchi

    Non bastano 80 mln Ue per Frontex. Def grazie a nostra azione
    • 00:23
    • 09 apr
    • NEW YORK

    Australia e Svezia, paradisi per giovani

    Secondo studio Usa. Italia fuori da classifica prime 30 nazioni