Fontana dell'Elefante

Catania - Monumento

La Fontana dell'Elefante è un'opera monumentale realizzata tra il 1735 e il 1737 dall'architetto Giovanni Battista Vaccarini. È collocata al centro di Piazza del Duomo e il suo elemento principale è una statua di basalto nero che raffigura un elefante, chiamato comunemente 'u Liotru e considerato l'emblema della città siciliana. Deve il suo appellativo alla storpiatura del nome Eliodoro, nobile catanese che aveva tentato senza successo di diventare vescovo. Il legame tra Catania e 'u Liotru è molto antico: un'antica leggenda narra di un elefante che avrebbe cacciato gli animali feroci durante la fondazione della città; sotto la dominazione araba, la città era conosciuta con il nome di Medinat-el-fil (Città dell'Elefante); è diventato simbolo ufficiale solo nel 1239. Il basamento è formato da un piedistallo di marmo bianco situato al centro di una vasca, nella quale cadono i getti d'acqua. Sul basamento due sculture riproducono i fiumi Simeto e Amenano, al di sopra si trova la statua dell'elefante, rivolto con la proboscide verso la Cattedrale di Sant'Agata. Sulla schiena dell'animale è posto un obelisco egittizzante alto 3,66 metri, in granito di Syene.



Piazza Duomo, 1, Catania