Palazzo Fortuny

Venezia - Edificio storico

Palazzo Fortuny è un palazzo gotico di Venezia, ubicato nel sestiere di San Marco. Prende il nome dall'ultimo proprietario, l'artista Mariano Fortuny y Madrazo, ed è sede dell'omonimo Museo. Precedentemente, l'edificio era noto come Palazzo Pesaro degli Orfei. Fu fondato alla fine del XV secolo dai nobili Pesaro, che vi abitarono fino al XVIII secolo, prima di trasferirsi a Ca' Pesaro. Il Palazzo divenne sede dell'Accademia Filarmonica degli Orfei, da cui il nome con cui fu in seguito conosciuto. Mariano Fortuny lo acquistò all'inizio del XX secolo per farne il proprio atelier, dopo la sua morte, la moglie lo donò al Comune (1956) che ne fece il luogo delle discipline di comunicazione visiva. Il Palazzo si distingue per le sue tre vigorose facciate e per le sue straordinarie dimensioni, non a torto, è ritenuto uno dei palazzi più grandi di Venezia, citato anche come uno dei migliori esempi di architettura gotica veneziana. Particolarmente importante è la facciata che affaccia sul Campo, contraddistinta da due eptafore centrali ad arco acuto e altre aperture più distanziate ai lati. Caratteristici sono anche i due smisurati portici. Tutti i poggioli sono arricchiti da decorazioni: leoni scolpiti e fregi raffiguranti cherubini.



Calle Traghetto Vecchio, 5966, Venezia